domenica 21 novembre 2010

Mont Blanc



Questo è un dolce che non avevo mai provato a fare.Confesso che per me le castagne sono solo le caldarroste, oltre il classico abbinamento con il Novello non vado, non le apprezzo particolarmente nei dolci, nelle zuppe e via dicendo, ma forse soltanto perchè non rientrano tra le nostre abitudini. Nostre di casa intendo, perchè in Umbria, di questo periodo poi, le castagne non mancano di certo e ci sono tantissime ricette che le prevedono, sia dolci che salate. In ogni caso, dopo questo Monte Bianco fatto per il compleanno di Zia Stefy, con le castagne ho chiuso, non scherzo. Ci è voluto un intero pomeriggio e buona parte della serata per fare la base: a un certo punto ho anche gridato al miracolo pensando che una castagna perdesse sangue, finchè non ho capito che il sangue era il mio e mi stavo automutilando senza nemmeno rendermene conto! Quindi da brava imbranata quale sono, quando ho messo le castagne a bollire avevo piu' dita sotto i cerotti (e anche che ne avessi in casa era un miracolo...) che dita sane.. il che ha aggiunto un bel +3 alla difficoltà di sbucciare le castagne una volta lessate. Alla fine il risultato è stato ottimo, per carità, ma non ricordo di aver mai faticato tanto per fare un dolce! Qualcuno ha mai usato le sante castagne sbucciate lessate e surgelate che si trovano nei super? Siiii, lo soooo che non c'è paragone, ma magari c'è qualche marca ottima o almeno buona che puo' venirci incontro no? Fatelo per zia Stefy...:-)

La ricetta è stata del tutto improvvisata, non ne ho trovate di soddisfacenti e quindi ho fatto un po' di testa mia.. Se trovo qualcuno che incide e sbuccia con me lo rifaccio!

Monte Bianco (per circa 25 persone)
2,5 kg di castagne
300g zucchero semolato
50g zucchero alla vaniglia
latte intero qb
una bacca di vaniglia
4-5 cucchiai di cacao amaro

per decorare:
panna montata
meringhe
zuccherini d'argento

Incidere le castagne una per una, lessarle in acqua leggermente salata per circa 50-60 minuti. Spegnere il fuoco e lasciare le castagne nell'acqua di cottura, prelevarne un po' alla volta e sbucciarle sia della scorza esterna che della pellicina interna. Mettere le castagne pulite in un tegame a bordi alti, aggiungere lo zucchero, la polpa della vaniglia e il latte fino a coprire le castagne. Mettere su fuoco basso e mescolare di tanto in tanto per far sciogliere bene lo zucchero e evitare che le castagne si attacchino. Cuocere per circa 30 minuti, aggiungendo altro latte se si asciugano troppo. Far raffreddare poi passare tutto al cutter, aggiungendo il cacao setacciato. Si ottiene una pasta molto compatta, adatta da passare allo schiacciapatate oppure al tritacarne come ho fatto io (molta meno fatica e "spaghetti" piu' spessi!). Farli cadere sul piatto da portata creando una sorta di montagnola e mettere in frigo. Al momento di servire, montare la panna con poco zucchero, metterla in un sac a poche e decorare (abbondantemente!). A piacere sistemare le meringhe e gli zuccherini (molto natalizio, no?)

La ricetta delle meringhe la trovate qui e anche qui!

Volevo ringraziare Suze per i bellissimi bannerini che mi ha regalato per la rubrica di cucina regionale e per le ricette con Pavel!
Grazie Suze, sei fantastica!

22 commenti:

raffy ha detto...

mamma mia che spettacolo!!! una meraviglia... complimenti, sarà sicuramente delizioso!!! che golosoooooooooo!!

Cranberry ha detto...

MI dispiace per le dita...ma il dolce è bellissimo!:O
Io non l'ho mai fatto ma nemmeno mai mangiato, chissà...un pensierino però ce lo farei il tuo sembra così buono
Un bacione e buona domenica ^_^

Benedetta ha detto...

grazie ragazze! armatevi di pazienza e di un pomeriggio libero e provateci! un abbraccio

EliFla ha detto...

hai fatto un'opera d'arte!!!

Comunque in commercio esistono dei coltellini appositi per le castagne...lo sapevi???? Baci

Benedetta ha detto...

@elifla, eee nooo che non lo sapevo.. lo cercherò, grazie per la notizia! un abbraccio

Pensieri e Delizie ha detto...

Questo dolce è la fine del mondo! Complimenti!! Devo assolutamente provarlo :D

Cinzia ha detto...

E' in assoluto il dolce che preferisco...ma l'ho fatto una volta sola, e per il problema che sottolinei tu, mai più!!!
Complimenti davvero, ti è venuta una meraviglia!!!
Buona settimana.

Gunther ha detto...

mi sono divertito molto a legegre le avvenuture ocn le castagne da me vendono le castagne surglate marroni già pronte da fare oppure anche la pasta di marroni, dai una fatica che ne è valsa la pena

Gunther ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Claudia ha detto...

Che bello questo dolce, immagino che la zia sarà stata stra-felicie nel ricevere questa montagna pannosa di castagne...con tutto il lavoro che hai fatto, poveretta!Io x le castagne non ci vado matta, per fortuna, così evito di smadonnare mentre le sbuccio...al contrario di mia mamma che con tanta devozione si mette a lessarle, inciderle e sbucciarle tutte! Quanto la ammiro! ;-) Ps: perchè non partecipi al mio contest natalizio? Sono convinta che avrai sicuramente qualche ricettina nel cassetto da sfoggizre! :-)

carlotta ha detto...

Ti è venuto una meraviglia...
I bannerini sono veramente deliziosi!!!
Ti volevo solo dire che venerdì e sabato Montersino era a Pinerolo per presentare il libro ed il nuovo panettone ed io l'ho saputo solo ieri :( sono tristissima!!!!!!!!!!!
bacio

carlotta ha detto...

Ho usato i pirottini nuovi!!!!!!!!

Tamtam ha detto...

il mont blanc lo mangerei anche caduto per terra, mi fa impazzire e il tuo è stupendo... :))

Saretta ha detto...

Che tesoro di ragazza e che manine di fata!ma..che ne dici delle castagne secche fatte rinvenire e bollire?Se po' ffa?baciotto

Chiara ha detto...

:) anch'io dito mutilato da sbucciatura di castagne e ore e ore per fare la confettura di marroni, ma poi non è una gran soddisfazione? Brava Benedetta, il mont blanc lo adoro! :)

Sgt.Pepper ha detto...

complimenti..castagne, cacao, panna...che sapori deliziosi!!!
ne assaggerei volentieri un pezzetto ;)))
complimenti anche per il tuo blog..la torta per asia è bellissima....a presto
ciaoooooooooooooooo

Una cucina a pois ha detto...

Ciao cara!! Non mi ricordo se ti ho già ringraziata personalmente dei bellissimi doni o se l'ho solo detto a Carlotta... GRAZIEEE!! tutto bellissimo!! Compreso questo Mont Blanc.. nonostante la fatica fatta direi che il risultato ti ha super premiata!! Ti abbiamo invitata alla staffetta dell'amicizia... se vai sul post di oggi trovi tutte le info!!
baci baci, Valentina

( parentesiculinaria ) ha detto...

Ahhhahaa!!! La castagna miracolata!!
Certo che questo dolce rientrerebbe perfettamente nella tematica che era il tuo contest, allora!
Personalmente mi godo volentieri il panorama su questo stupendo montebianco che è un trionfo della castagna. A me piace tanto (in piccole dosi, certo) e quella consistenza compatta mi fa impazzire.
No, dai... non dire che hai chiuso con madama castagna!!

Vanessa ha detto...

oh mamma se la metti così io non ci proverò mai a fare un dolce con le castagne devo dire però che il risultato è davvero bello e immagino buono! i miei complimenti per la santa pazienza io avrei desistito!

UnaZebrApois ha detto...

mamma mia che pazienza!io avrei ceduto praticamente all'istante!Però è venuto un super dessert!!!Complimentissimi :D

Francesca ha detto...

Oddio spettacolo... Da svenire solo a guardarlo! :D Complimenti

mari ha detto...

torta di un certo spessore, oserei dire...
voglio affondarci dentro, ora!!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale