venerdì 14 settembre 2007

lunedì 10 settembre 2007

Creme Brulèe..je t'aime..!

Non potevo certo aspettare troppo per parlare della mia grande passione..Credo che sia in assoluto il dessert che non mi stancherei mai di mangiare. La prima volta che ci siamo incontrate ero una bambina con i capelli a caschetto, lo ricordo ancora, in un ristorante che adoro, a Spoleto (Pg). Questa coppetta di crema sotto un guscio croccante di zucchero era cosi' affascinante.. Infondo a tutto poi, la sorpresa di qualche pistacchio, decretò che era proprio nato un amore. Quando sono cresciuta ed ho cominciato a partecipare attivamente alla cucina della mia mamma, ho realizzato che, come tutte le relazioni amorose, quella tra me e la creme brulèe non sarebbe stata tutte rose e fiori. Riprodurre il perfetto strato di caramello sotto il grill del forno non era affatto facile. Per cui dopo innumerevoli tentativi, la consistenza che io desideravo (si, sono una perfezionista!) era ancora un miraggio. Cosi' come la volpe e l'uva, per un po' ho fatto finta di dimenticarmene. Ma fu una sera in un ristorante romano (Reef), qualche anno fa, che ho capito che non potevo arrendermi: nella degustazione di dolci, eccola li: una creme brulèe al pistacchio. Pochi giorni dopo, mamma tornò a casa con un regalo per me. Un cannello da pasticceria! Da quel momento è diventato il mio cavallo di battaglia. E questa sera, dopo una pesante giornata di studio, mi mettero' sul divano ad affondare il cucchiaino nel perfetto strato di caramello, davanti a Grace Kelly ne La finestra sul cortile.. Buon inizio di settimana!

Creme Brulèe (per 4 persone)
2 tuorli
2 cucchiai rasi di zucchero
250 ml di panna fresca
zucchero di canna per copertura
per la variante al pistacchio: 2 cucchiaini di pasta di pistacchio

montare i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare chiari (aggiungere la pasta al pistacchio); scaldare la panna senza farla bollire e versarla a filo sulla crema, filtrandola con un colino e continuando a mescolare. Scaldate il forno a 160°. Trasferire il composto negli stampini posizionati in una teglia da forno e infornare riempendo la teglia con circa 2 dita d'acqua, per 45 minuti. Una volta raffreddate, porre in frigo per almeno 2 ore, e, al momento di servire cospargere la superficie di zucchero di canna e con il caramellare con il cannello..Voilà!

domenica 9 settembre 2007

Come nelle migliori famiglie..


Ricordi di quando ero bambina..arrivava l'ultimo giorno di scuola e io e mia cugina venivamo spedite a passare l'estate dai nonni, prima in montagna poi nella casa al mare. Lasciare quella casa sulla spiaggia è sempre stata una tortura per me, e lo è ancora oggi. Ma allora, prima di tornare in città e a scuola, c'era un ultimo fine settimana, all'inizio di settembre, da passare ancora con tutta la famiglia. E in quel fine settimana, sul grande terrazzo di nonna, preparavamo la salsa per l'inverno. Barattoli grandi, piccoli, grandissimi, le vecchie bottiglie della cocacola. Il pomodoro, il basilico, il peperone..due bambine che si sporcavano nonostante i grembiuli troppo grandi per loro. Quante risate, quanta felicita'. Che tornava poi, alla mente, ogni volta che aprivamo un barattolo e la cucina si riempiva di quei profumi.. Oggi io e la mia mamma siamo pronte, nella nostra cucina di citta', a riprendere la tradizione. E' settembre, e tra poco..si torna a scuola.

venerdì 7 settembre 2007

Buon compleanno!


Oggi per il compleanno della mia bellissima mamma ho preparato una torta speciale che sta riposando nel frigo in attesa di essere sformata. Si tratta di una ricetta "rubata" da Pinella, una vera maga dei dolci che potete trovare qualche volta sul forum GR, che pero' io ho rivisitato un po' a modo mio e che ha gia' rubato molti cuori. Una semplice base di pasta bisquit, piuttosto sottile e soffice, una voluttuosa mousse al caramello e per finire uno strato di gelatina al caffè. Non amo particolarmente le gelatine nei dolci, ma con questo mi sono dovuta ricredere! La piu' grande è destinata ai colleghi, domani mattina; con la piccola questa sera spegneremo una candelina mentre con la piccolissima (è quasi una mignon!) faro' felice il mio fidanzato quando stasera mi verra' a prendere!


torta al caramello con gelatina al caffè
per la base di bisquit
2 uova intere
90 gr farina
40 gr zucchero
20 gr burro fuso
3 albumi (circa 70gr)
50 gr zucchero

ho lavorato le uova con i 40gr di zucchero e la farina setacciata, poi ho aggiunto il burro fuso ma non troppo caldo. A parte ho montato gli albumi con gli altri 50gr di zucchero finchè non ho ottenuto una sorta di meringa non troppo soda. Ho incorporato un cucchiaio di albume all'altro composto e poi ho iniziato ad aggiungerne a piu' riprese, mescolando dal basso verso l'alto. L'ho steso sul silpat (va benissimo anche la carta da forno in una classica teglia) e l'ho messo in forno a 180° per circa..15 minuti, cmq tenetelo d'occhio deve prendere colore e restare morbido!

per la mousse al caramello:
4 tuorli
150 gr zucchero
60 gr acqua
300 ml panna fresca liquida
8 gr colla di pesce
500 gr panna fresca montata

in un pentolino o un tegame a fondo spesso ho messo l'acqua e lo zucchero su fuoco dolce per fare un caramello non molto scuro, senza mai mescolare. Nel frattempo ho messo la colla di pesce a bagno nell'acqua fredda e la panna liquida a scaldare. Quando il caramello ha preso colore, ho spento il fuoco e ho aggiunto piano piano la panna molto calda. Bisogna mescolare di continuo e aggiungere poca panna per volta ( schizza e fa le bolle!) fino ad ottenere una salsa piuttosto liquida e omogenea. Quando è diventata tiepida l'ho versata piano piano e sempre mescolando sui tuorli appena sbattuti, poi messi sul fuoco dolce fino a circa 82° (senza termometro, ci vogliono circa 10-15 minuti, la crema si addensa leggermente). Fuori dal fuoco ho messo la colla di pesce ammorbidita e ho fatto freddare. Ho montato la panna ma senza renderla troppo soda e l'ho incorporata alla crema al caramello a piu' riprese, lavorando dall'alto verso il basso. Ho preso un cerchio di acciaio da pasticceria, ho tagliato il bisquit a misura e l'ho messo a fare da base al cerchio, bagnandolo con un caffè espresso allungato. Ho riempito con la mousse lasciando poco meno di un centimetro dal bordo e ho messo tutto in frigo a riposare.

Quando la mousse si è rappresa, ho preparato la gelatina al caffè con due tazzine di caffè espresso e tanta acqua calda quanta ne serviva per ottenere 250 ml di liquido. Ho aggiunto un mezzo cucchiaino di zucchero e la colla di pesce (circa 6 gr) precedentemente ammorbidita. Ho fatto raffreddare e poi ho aggiunto la gelatina sopra la mousse fino a raggiungere il bordo del cerchio.

consiglio di lasciarlo in frigo piu' possibile, una notte è l'ideale! Decorate come piu' vi piace!

Merendine&Biscotti: RIfatti in casa!





giovedì 6 settembre 2007

c'est la vie..!


Eccomi qui, il mio primo post, che emozione! Tutto questo nasce dalla mia passione per la cucina e per la pasticceria quasi come una forma di affetto verso le persone che amo. Con questo blog vorrei poter condividere questa passione con tutti quelli che passeranno di qui e vorranno insegnarmi qualcosa! A presto, Dolcezza.
Ps: oggi a pranzo pasta di gragnano, gorgonzola e zucchine. stasera a dieta!

c'est la vie..!

il mio primo post..che emozione! Tutto questo nasce dalla passione per le cose buone e per i piaceri della vita, e soprattutto dall'esigenza di condividerli con qualcuno che li ami quanto me. In effetti il mio è proprio un amore, tramandato e condiviso dalla mia mamma: ritrovarsi in cucina a sperimentare nuove idee o a cercare conferme in qualche grande classico dei nostri menu è quello che ci vuole dopo una giornata faticosa o un momento di tristezza..

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte biscotti oggi non si mangia primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla confort food formaggio mandorle pasta di zucchero pistacchio ristoranti brunch frutta gnocchi home made insalate merenda noci pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia autunno basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme mousse pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca bicchierini burro cene condimenti creme etsy marmellata melanzane miele semifreddi trasferte Terni bloggheanno carote cioccolato bianco contorni crema fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa piccola pasticceria sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce broccoli cacao cannella carpaccio collaborazioni conserve creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena pasticceria peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale