lunedì 10 settembre 2007

Creme Brulèe..je t'aime..!

Non potevo certo aspettare troppo per parlare della mia grande passione..Credo che sia in assoluto il dessert che non mi stancherei mai di mangiare. La prima volta che ci siamo incontrate ero una bambina con i capelli a caschetto, lo ricordo ancora, in un ristorante che adoro, a Spoleto (Pg). Questa coppetta di crema sotto un guscio croccante di zucchero era cosi' affascinante.. Infondo a tutto poi, la sorpresa di qualche pistacchio, decretò che era proprio nato un amore. Quando sono cresciuta ed ho cominciato a partecipare attivamente alla cucina della mia mamma, ho realizzato che, come tutte le relazioni amorose, quella tra me e la creme brulèe non sarebbe stata tutte rose e fiori. Riprodurre il perfetto strato di caramello sotto il grill del forno non era affatto facile. Per cui dopo innumerevoli tentativi, la consistenza che io desideravo (si, sono una perfezionista!) era ancora un miraggio. Cosi' come la volpe e l'uva, per un po' ho fatto finta di dimenticarmene. Ma fu una sera in un ristorante romano (Reef), qualche anno fa, che ho capito che non potevo arrendermi: nella degustazione di dolci, eccola li: una creme brulèe al pistacchio. Pochi giorni dopo, mamma tornò a casa con un regalo per me. Un cannello da pasticceria! Da quel momento è diventato il mio cavallo di battaglia. E questa sera, dopo una pesante giornata di studio, mi mettero' sul divano ad affondare il cucchiaino nel perfetto strato di caramello, davanti a Grace Kelly ne La finestra sul cortile.. Buon inizio di settimana!

Creme Brulèe (per 4 persone)
2 tuorli
2 cucchiai rasi di zucchero
250 ml di panna fresca
zucchero di canna per copertura
per la variante al pistacchio: 2 cucchiaini di pasta di pistacchio

montare i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare chiari (aggiungere la pasta al pistacchio); scaldare la panna senza farla bollire e versarla a filo sulla crema, filtrandola con un colino e continuando a mescolare. Scaldate il forno a 160°. Trasferire il composto negli stampini posizionati in una teglia da forno e infornare riempendo la teglia con circa 2 dita d'acqua, per 45 minuti. Una volta raffreddate, porre in frigo per almeno 2 ore, e, al momento di servire cospargere la superficie di zucchero di canna e con il caramellare con il cannello..Voilà!

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte biscotti oggi non si mangia primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio antipasti me pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna vegetariano contest estate merende shopping uvetta carne piatti freschi glassa lievitati pane pensieri sfizi al forno caffè limone pomodoro recensioni ricette confort food nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio home made mandorle pasta di zucchero pistacchio ristoranti autunno brunch frutta gnocchi insalate merenda noci pranzi secondi senza burro zucca Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme mousse pasta pinoli piselli primavera zenzero bicchierini burro cene condimenti creme etsy marmellata melanzane miele semifreddi trasferte Terni bloggheanno carote cioccolato bianco contorni crema fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa piccola pasticceria sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce broccoli cacao cannella carpaccio collaborazioni conserve creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise calcio cheesecake cucina sana cupcakes fragole gratin healthy food liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena pasticceria peperoni pizza porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale dai peso al natale davide scabin dior download eataly focaccia foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo patate patate viola pere piemonte pink pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale