venerdì 19 luglio 2013

♥ Wrapping Cecina (e il MercatoBrado)


Mi sono quasi emozionata quando ho cliccato finalmente su Nuovo Post. Ho ricordato di colpo quanto ami questo blog, quanto sia bello scriverci e quanto sia grata a tutti voi per il fatto che passiate da queste parti, anche quando io stessa me ne dimentico per un po'. La prima cosa da dire, quindi, prima di ricominciare, è grazie. Infondo è davvero un po' come ricominciare, non che in questi mesi sia successo qualcosa di grande, di eclatante o di particolare, mi è solo capitato di fare un po' di conti con me stessa, di capire che qualche limite ce l'ho e che devo semplicemente accettare che sono fatta per altre "dimensioni". A parte l'impatto iniziale con l'essere ancor meno "figa" (psicologicamente, eh!) di quello che credessi, sia stato abbastanza duro, è bastato accettarlo per riprogrammarmi e stare meglio. Di certo, senza il mio Lui, la Supermum e i miei amici Carlotta e Simone, i tre giorni in cui tutto ciò è venuto improvvisamente a galla, sarebbero stati probabilmente molto piu' drammatici. Ma sono una ragazza molto fortunata, e della mia vita fanno parte persone uniche e meravigliose come loro  . Catarsi a parte, la voglia di cucinare non è mancata, ma le occasioni si: se poi ci mettete che ad Agosto, mentre voi sarete spaparanzati al sole, io lavorerò (finalmente retribuita! yuppi!), non vi stupite se dovessi latitare di nuovo. Ho pero' in cantiere un paio di cose da farvi vedere, la prima, piu' importante, è questa per me nuovissima ricetta, che ha una storia che a me piace moltissimo..


Da qualche mese ho conosciuto, infatti, una nuova bellissima realtà, Quella del Mercato Brado. Ragazzi quasi tutti più o meno della mia età, che ad un certo punto hanno deciso che la città non era piu' il luogo dove volevano vivere. E come sta accadendo sempre più spesso nel nostro Bel Paese, hanno traslocato verso la campagna. "..per l'armonia, il silenzio, gli odori caratteristici e i tempi dettati dalle stagioni e dal sole. Siamo donne e uomini che hanno scelto le campagne per viverle, per rispettarne le caratteristiche, per conoscere e preservarne le biodiversità, le culture e le storie, per ridar loro voce. Abbiamo scelto le campagne per lavorarci, per trasformare impegno e sudore in prodotti genuini, per gestire il tempo del lavoro e quello delle passioni e dei piaceri, così da poter offrire a noi stessi e a chi ci vuole conoscere sapori persi, manualità dimenticate, saperi abbandonati.". 
Mercato Brado fa parte di un progetto più ampio, "coordinato" a livello nazionale dalla campagna Genuino Clandestino: un gruppo, anche molto vasto, di agricoltori, pastori. allevatori e artigiani che si sono ribellati alle logiche consumistiche del mercato agroalimentare, tagliandosi di fatto fuori da un tipo di commercio esecrabile e poco etico per crearne uno nuovo, concreto e, appunto, genuino. Dal loro manifesto: 
"Decine di coltivatori, allevatori, pastori e artigiani si uniscono nell’attacco alle logiche economiche e alle regole di mercato cucite sull’agroindustria, per difendere la libera lavorazione dei prodotti, l’agricoltura contadina, l’immenso patrimonio di saperi e sapori della terra.Da questa rete nasce la campagna “Genuino Clandestino”, con donne e uomini da ogni parte d’Italia che si auto-organizzano in nuove forme di resistenza contadina. Mentre la burocrazia bandisce dal mercato migliaia di piccoli produttori, il consumatore continua a subire, spesso inconsapevolmente, modelli di produzione del tutto inadeguati a garantire genuinità ed affidabilità dei cibi.Attraverso il lavoro, le situazioni e le voci dei contadini “clandestini”,viviamo questa campagna, semplice nel suo messaggio, ma determinata nelle sue forme, insieme alle implicazioni in materia di democrazia del cibo, sviluppo economico, salvaguardia dell’ambiente e accesso alla terra."


Sul sito Genuino Clandestino i riferimenti per trovare gli agricoltori e gli allevatori della vostra zona che aderiscono al progetto. Di certo se il supermecato con i suoi banchi sempre pieni e i peperoni a Gennaio è il vostro ideale, forse no, non è ciò che fa per voi. Se pensate di non avere tempo per andare a cercare queste realtà, che molto piu' comodo aprire una busta presa dal congelatore della quale non sapete niente, forse non è ciò che fa per voi. O forse si: forse basta che stasera, dopo aver preparato la cena per la vostra famiglia, diate uno sguardo all'etichetta degli ingredienti, magari mentre al tg passa un altro servizio sulla contraffazione dei principali marchi biologici. Magari allora una ricerca su Google si può fare, e magari questo fine settimana si può anche fare una capatina in uno di questi posti... per passare da "cosumisti a consumatori", più consapevoli. Potrete incontrare, conoscere e parlare con chi dedica la propria giornata alla coltivazione e alla preparazione di quello che mangerete, visitare le aziende agricole, vedere come lavorano, e imparare. Qui si organizza un mercato ogni ultima domenica del mese: (per chi fosse della zona, il 28 Luglio al Cimarelli) ci si incontra, si assaggia, si conoscono nuovi cibi e si imparano nuove ricette. Che cosa si può volere di più? 


Intendiamoci, io al supermercato ci vado eh, ma con uno spirito molto diverso da prima: intanto leggo le etichette, e la maggior parte delle volte rimetto il prodotto dove l'ho preso. La strada per diventare consumatori consapevoli, sopratutto in tempi di crisi, è non è lunga e non semplice da seguire, per questo bisogna circondarsi delle persone giuste ed essere sempre open-minded. Io ho ancora moltissimo da imparare, ma l'ultima volta ho imparato questa ricetta, alla quale ho fatto solo un paio di modifiche, rendendola wrapping ma solo per stupide deformazioni professionali da blogger! 


Wrapping Cecina 
alle zucchine, caprino e paprika dolce, con i datterini del terrazzo

ingredienti per due persone (tre cecine) 
un bicchiere di farina di ceci
un bicchiere d'acqua 
erbe del terrazzo (per me basilico, dragoncello, timo, erba cipollina, rosmarino, menta) 
sale
pepe
olio evo
due zucchine 
50-60g di formaggio caprino cremoso
50g di primosale o altro formaggio morbido (consiglio un brie!)
20g di pinoli tostati
paprika dolce 
pomodori per accompagnare 

In una boule versate la farina di ceci, aggiungete un bel pizzico di sale e una macinata di pepe. Tritate le erbe aromatiche (sempre meglio il coltello in ceramica che non ne altera il profumo e il sapore) e aggingetele alla farina. Versate l'acqua poco alla volta, mescolando con una frusta a mano per ottenere una pastella fluida e omogenea.. Scaldate una padella antiaderente con un filo d'olio (io l'ho unta leggermente usando la carta assorbente) versate un mestolo di pastella e ruotatela per distribuirla uniformemente, come per fare una crepe. Lasciate cuocere per qualche istante, poi iniziate a staccare i bordi con un spatolina, giratela delicatamente e lasciate cuocere l'altro lato: dovranno prendere colore, ma rimanere morbide. Mettete le cecine in un piatto intervallate da carta forno o carta assorbente e lasciatele pure riposare mentre preparate il ripieno. Grattugiate le zucchine con un grattugia a fori larghi, rosolatele in padella con un cucchiaio d'olio, regolate di sale e pepe e aggiungete eventualmente poca acqua per portarle a cottura. Lasciate raffreddare, aggiungete basilico fresco, i pinoli e il caprino, amalgamando bene l'impasto. Stendetene un po' su ogni cecina, completate con il formaggio a pezzetti  e arrotolatele. Lssciatele riposare un po' in frigorifero, poi tagliatele a tocchetti e servitele con un'insalata di pomodori e basilico. 

  • sono ottime fredde, quindi potete prepararle in anticipo e tirarle fuori, che ne so, al momento dell'aperitivo? O dalla BentoBox a lavoro? O dalla borsa termica in Spiaggia? 
  • sono perfette per la dieta proteica! La farina di Ceci è una fantastica fonte di proteine e rende la ricetta superlight!
  • ho una mezza idea (ispirata da una paziente, devo ammetterlo!) di provarla dolce...con del cioccolato fondente e la vaniglia al posto delle erbe aromatiche. Vi farà sapere! 
  • E' anche una ricetta vegetariana: nella versione originale, al posto del caprino c'era panna di soia, ed era ottima lo stesso. Ed ecco che diventa addirittura vegana! 


Parleremo ancora del Mercato Brado, spero di riuscire a mostrarvi qualcosa del mercato di domenica prossima così da presentarvi anche qualcuna di queste aziende, e se siete in zona...o progettate di venire in Umbria, l'estate è sicuramente il periodo più bello..! 

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte biscotti oggi non si mangia primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla confort food formaggio mandorle pasta di zucchero pistacchio ristoranti brunch frutta gnocchi home made insalate merenda noci pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia autunno basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme mousse pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca bicchierini burro cene condimenti creme etsy marmellata melanzane miele semifreddi trasferte Terni bloggheanno carote cioccolato bianco contorni crema fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa piccola pasticceria sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce broccoli cacao cannella carpaccio collaborazioni conserve creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena pasticceria peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale