martedì 19 agosto 2008

Per ogni istante...

Le previsioni del tempo dicono che oggi sara' parecchio caldo. Mi sono svegliata con un'insofferenza che non riesco nemmeno a spiegare, sono da un'ora davanti al mio libro sullo shock e avro' letto qualcosa come 20 righe.. Questo è il periodo che odio di piu': cerco di non lamentarmi perchè ho avuto un'estate e delle vacanze veramente uniche, dovrei solo rendere grazie ogni istante della giornata, ma fin da quando ero piccola tornare a casa dopo le vacanze mi gettava nello sconforto piu' totale. Ricordo i pianti che mi facevo nel salotto di casa vecchia, la Supermum mi veniva a consolare dicendo "Tutte le cose belle finiscono, perchè poi ne arrivano di piu' belle" ma sul momento non la trovavo mai una grande consolazione. Generalmente seguiva un autunno fitto di lettere e pacchi dagli amici del mare, che mi facevano sentire meno lontana dal gruppo con cui mi ero tanto divertita. Adesso, un po' perchè sono cresciuta e un po' perchè non sono piu' le nottate a nascondino o le lunghe cacce al tesoro che mi mancano, le cose sono un po' piu' difficili: portare Lui dalla mia famiglia, in quel posto che adoro letteralmente, è stato il realizzarsi di un sogno. Era importante che conoscesse mia nonna, 85 anni fatti a Marzo, per me esempio di rigore, di donna, di forza, quasi quanto la Supermum, che per quanto non voglia, ha ereditato da lei la capacità di guidare, da sola, una famiglia. Mio nonno, purtroppo se n'è andato troppo presto una notte di dicembre, quasi 20 anni fa, con Nonna non facciamo che dire quanto avrebbe adorato i nipotini maschi, quanto si sarebbe divertito con loro. Mia zia (la Superzia, ha detto che vuole questo come nome :) ) dice che amiamo tanto la casa al mare perchè è lì che c'è Nonno, e secondo me non ha tutti i torti. Nonna ha paura di andarsene (ma credo proprio ne abbia meno di quella che abbiamo io la Superzia di stare senza di lei...) perchè crede di non aver fatto abbastanza per i suoi cari, cosa che per me è veramente inconcepibile (anche se sembra sia stata una madre piuttosto severa!) visto tutto quello che mi ha dato nei miei 24 anni di vita. Peccato aver dimenticato la scheda di memoria della digitale a casa, non abbiamo fatto nessuna foto la scorsa settimana, ma penso che l'immagine di tutti noi intorno al tavolo a mangiare le pastarelle che aveva comprato il mio Lui in quantità industriale (finite tutte, nda) resterà sempre un ricordo fantastico vivo nella mia mente. E probabilmente mi aiuterà a vedere il sole in tutti i giorni grigi d'autunno...

Dopo avervi angosciato per benino, vi propongo questa Pavlova di frutta al Passito, molto estiva e fresca, quindi affrettatevi a farla! ;) La base di meringa, ormai da quando ho imparato, la faccio sempre come questa, si possono fare dischi concentrici o piccoli ciuffi vicini e ordinati. Si cuoce sempre a bassa temperatura per luuuungo tempo e si lascia freddare in ambiente secco. Ho montato circa 300ml di panna montata e poi ho cosparso con fragole, pesche, melone e kiwi che, in realtà erano destinate ad un aspic di frutta al passito, che per motivi ancora estranei alla ragione umana, si è rifiutato di gelatinare e solidificare. Per cui tutta questa bella frutta macerata nel passito è finita sulla meringa e...

16 commenti:

Arietta ha detto...

ciao tesorina dolce dolce! mi han fatto tanta tenerezza le tue parole e in parte mi ci sono rivista, nell'ansia del ritorno,nelle lettere degli amici conosciuti al mare, nel panico da esame....ho ripreso ieri e devo fare 40 pagine al giorno fisse, se no non ci arrivo!la solita cretinetta che arriva all'ultimo!
tieniti cara la tua nonnina finchè puoi,io li ho purtroppo già persi tutti ma il loro ricordo è sempre vivo in me e mi rende consapevole di chi sono e da dove vengo...questo nei momenti di smarrimento è molto, molto importante! non essere triste, dai! ci consoliamo a vicenda ok? tu mi offri un po' di pavlova e io una fetta di cake? (virtuale...ormai è di un mese fa...sarebbe un mattone :P)
un bacio forte forte!

NIGHTFAIRY ha detto...

Ciao dolcissima..leggendoti, il primo pensiero é stato: "sei davvero fortunata"!anche se ora sei presa dallo sconforto..questa estate per me é solo l'attesa dell'inverno, come se cappotti e sciarpe possano coprire un pò di dolore fino a soffocarlo...Tieni stretti i ricordi, é l'unico consiglio che mi riesce darti :)
Un abbraccio!

Erborina ha detto...

Dai forza!! anch'io sento una nostalgia terribile delle vacanze finite appena due giorni fa però il cambio di stagione mi piace, mi fa venir voglia di cominciare nuove cose, i colori diversi, i profumi... ci sono tante cose belle!! anche i nostri blogs e le nostre ricettine.
Un bacione di buon rientro :)

Fra ha detto...

Dolcezza io detesto tornare dalle ferie...sarà che ho un'anima nomade, sarà che da quando ho 15 anni le trascorro con l'amore della mia vita e averlo al mio fianco 24h su 24 a condividere le emozioni di un viaggio è un'esperienza impagabile, ma a me il rientro mette sempre una grande depressione. Io finalmente parto domani ci rileggiamo a settembre quando anche io tornerò con la mia dose di lamentele...ma potrò sempre consolarmi con un dolcino come hai fatto tu
Un bacione
Fra

Saretta ha detto...

ciao bella!
Caspita hai aperto una botola di ricordi col tuo cracconto..mi ricordo che al ritorno dalle vacanze, mentre mamma disfava le valigie e faceva le lavtrici, io mi appollaiavo su un secchio e piangevo pensando agli amichetti lasciati..e mamma che mi confortava dicendo che avrei ritrovato di lì a poco gli amici di sempre che non partono!santa verità!Ora non piagnucolo più con mamma ma soffro terribilmente la fine dell'estate, ogni anno.Il gioco che faccio è pensare a tutte le cose belle che l'estate m'ha regalato, così cercao di smetterla di lamentarmi..Tu hai fatto grandi passi e non devi far altro che gioire!Anche perchè il tuo Lui, la Supermum e la bella famiglia sono sempre al tuo fianco!
Per il resto ci si consola tra di noi food blogger ok?
Bacione
Saretta

Alex ha detto...

dai, forza. E' bello trovarci e consolarci ...
un bacione

Alex e Mari ha detto...

Da questo tuo post traspare tutto l'amore che unisce la tua famiglia e questa è una gran fortuna. La prossima estate torna, forse ancor più bella di questa.
Spero che il sole entri anche nel tuo cuoricino :-) Un bacio, Alex

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

Anche io avevo tanta tristezza al ritorno dalle vacanze.. più che altro avevo una tremenda paura perchè mi erano rimasti i compiti della vacanze da fare! Brutto vizio il mio che mi ha accompagnato fino al liceo.. ma che cavolo!!! Io non mi sento così quest'anno perchè le ferie proprio non le ho fatte, le sto ancora aspettando e temo che aspettero per altri mesi.. Che bello il tuo racconto =)

sweetcook ha detto...

Tesoro essere nostalgici dopo le vacanze è inevitabile, il ritorno alla normalità è duro ma prima che te ne renda conto, tornerai alla solita vita, quella di tutti i giorni.
Ho letto con piacere la descrizione dei componeneti della tua famiglia, non avevo dubbi che fossero tutti SUPER, visto che anche tu lo sei;-)
Prendo una fettina del tuo dolce, anzi prendiamola insieme, visto che io nelle ultime settimane non ho cucinato nulla:-/

Un abbraccio e bentornata:D

Dolcezza ha detto...

grazie a tutte, siete davvero carine e dolcissime! peccato che la situazione sia peggiorata con un mal di denti incredibbbbile!! ahi ahi...

salsadisapa ha detto...

dlcezzuccia! :P che forti i nonni, eh? è una fortuna averli finché è possibile, ed è un piacere ricordarli.
e ora che la prova costume è superata...
tortaaaaaaaaaa! :D

Morettina ha detto...

La nostalgia... :-((( Qui seduta sull'approdo dei pensieri ti ricordo
nostalgia maledetta non si allontana da me
guardo il sole che manda bagliori
come la malinconia mi porta i dolori

Buona giornata ^__^

lenny ha detto...

Struggente il ricordo della famiglia riunita in vacanza: alcune situazioni o immagini riescono ad esprimere bene la forza di un setimento autentico.
La sindrme da rientro ci assale ed è difficile fronteggiarla, ma si tratta di una fase transitoria.
La pavlova è magnifica: due anni fa, capitò anche a me di ritrovarmi della frutta "indisciplinata" da gelificare per un aspic, ma non sono riuscita a "riciclarla" in modo così elegante e godurioso.
Baci

Moscerino ha detto...

è bello leggere questi post così...intimi. danno l'idea di chi sei veramente, al di là della passione per la moda, la cucina i viaggi e le frivolezze.
e poi in questo momento in cui il mio umore è tanto grigio, mi fa piacere sapere che non sono l'unica pazza a sentirsi indefinibilmente triste senza nessun motivo preciso...
posso consigliarti la mia cura: passa tanto tempo ai fornelli...è l'unica cosa che riesca a darmi un po' di serenità

chocolatee21 ha detto...

ciao bentornata,
dai forza.
è stupendo il tuo racconto
baci veronica

Roberta ha detto...

Il tuo racconto è molto bello, così come è altrettanto bello questo dolce. Se vuoi passare da me c'è un piccolo omaggio che spero ti possa piacere.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale