giovedì 9 giugno 2011

Parole che arrivano al...Quorum


La campagna referendaria si concluderà tra poche ore e se ne parla ancora troppo, troppo poco. E chi ne parla, ne parla male. Non perchè si parli di un parere contrario al mio, intendiamoci,  ma perchè si dicono cose non vere, si affrontano i quesiti con superficialità, si strumentalizza il voto piu' democratico che sia previsto dalla nostra Costituzione. E piu' ne sento parlare, da parlamentari improvvisati e giornalisti ammaestrati, piu' mi rendo conto che un motivo per non andare a votare, un motivo serio, concreto, reale, non esiste.


  • Quelli che... "Io non vado a votare perchè l'ultima volta che ho votato a un referendum ho votato contro il maggioritario e il mio voto non ha contato nulla!"   Questa classe politica ci insegna ogni giorno che gli interessi che muovono riforme e decisioni sono sempre piu' lontani da quelli dei cittadini, andare a votare è un diritto, ma è anche un dovere. E serve a dimostrare che "il popolo" non è formato da una massa di lobotomizzati fermi davanti alla televisione, ma è fatto di gente che si informa, che conosce i propri diritti e che vuole partecipare attivamente alle decisioni che riguardano il paese in cui vive. Io non voglio che decidano altri per me, io voglio partecipare, io voto!

  • Quelli che... "Io non voto perchè la sinistra usa il referendum contro berlusconi"  A parte che se mi dite dove sta questa sinistra, alle prossime elezioni magari voto senza tapparmi il naso, i referendum sono stati piu' volte depoliticizzati, anche da chi li ha promossi in prima persona. Perchè non c'era solo un partito a raccogliere le firme, c'erano comitati formati dalla società civile, come il Forum dell'Acqua o il Comitato contro il Nucleare. Stiamo parlando di aria, acqua e legalità: come si può dare un colore o un'appartenenza politica a cose cosi' importanti, a cose vitali? Chi crede che siano "cose di sinistra", non li riconosce come valori (e chissàperchè non mi stupisce...) Io sono in grado di distinguere quel che è giusto da quello che è sbagliato, a prescindere da quale politico (o politicante..) è d'accordo con me, io penso con la mia testa, io voto!

  • Quelli che..."Io non vado a votare perchè tanto il nucleare non si fa piu'"  Devo ammettere che ribattere a questa frase è diventato troppo facile, perchè qui c'è solo tanta disinformazione. Il decreto Omnibus non parla di abbandono del progetto nucleare. Parla solo di una moratoria di un anno, della serie: scordatevi di fukushima, poi ne riparliamo e sarete d'accordo. Sarò d'accordo quando non saremo un popolo di corrotti, quando gli appalti si daranno con una regolare gara e non alle società di amici, mogli, nuore o suoceri, quando sapremo come smaltire l'immondizia quotidiana, quando non costruiremo case con la sabbia, quando sapremo contare i pilastri che servono per tenere su un palazzo senza dimenticare il piu' importante, quando tutto il mondo invece di chiudere le centrali ne aprirà altre, quando non saremo piu' una terra sismica, quando troveremo giacimenti di uranio in Italia che ci consentirebbero di essere veramente energicamente indipendenti, quando il nucleare sarà sicuro. Prima di allora non sarò d'accordo. Io non voglio che il governo del mio paese mi prenda in giro, io non voglio il nucleare, io voto! 

  • Quelli che..."io non vado a votare perchè sono d'accordo che ci serve il nucleare, tanto se scoppia la centrale in francia è uguale"   A parte che non è vero, perchè i danni di Chernobyl e Fukushima non sono stati certo gli stessi a 100, 200 e 500km di distanza. Certo che subiremmo danni anche noi, ma mai come chi vive quotidianamente vicino a una centrale, esplosione o meno. Ah, e le scorie fatemi sapere dove le volete mettere. (Sapevate che dopo la chiusura delle centrali in seguito al referendum dell'87 c'e' stata gente pagata per tenere le scorie in cantina? Magari anche un vostro vicino sarà tentato da soldi facili..). Io non voglio che qualcuno viva con accanto un costante rischio per la propria salute, io voto! 

  • Quelli che..."io non vado a votare perchè l'acqua se la gestisce un privato è meglio"   Un privato non fa beneficenza: uno dei quesiti vuole impedire che, come vuole l'ultima legge, entro quest'anno tutte le società pubbliche che gestiscono l'acqua aumentino al 40% il capitale privato. L'altro quesito, ancora piu' importante secondo me, vuole impedire che, sempre come deciso con l'ultima legge, il privato possa avere un profitto garantito rivalendosi sulla tariffa! Ragasssi, siam passi? Se il gestore vuole guadagnare di piu' puo' farmi pagare di piu' l'acqua? Io non ci sto, l'acqua è un bene comune a cui tutti hanno diritto, io non voglio che nel mio paese chi non ha i soldi non possa bere o lavarsi, io voto!

  • Quelli che..."io non vado a votare perchè i magistrati comunisti devono lasciare in pace berlusconi"  Se vengo indagata per aver compiuto qualche reato, colpevole o innocente che io sia, devo andare in tribunale e farmi processare. Posso avere tutti gli impegni del mondo, ma sono tenuta ad andarci. E come dovrei andarci io, dovresti andarci anche tu. E di conseguenza anche il presidente del consiglio. A meno che non possa candidarsi ed essere eletto piu' di una volta, in modo tale da poter essere processato alla fine di una legislatura, non duecento. Io voglio vivere in un paese in cui la legge sia uguale per tutti, come dice la Costituzione, io voto!


  • Quelli che..." io non voto perchè non me ne frega niente"  Fai male, perchè quando te ne fregherà sarà troppo tardi. Io non me ne frego, io voto!

E tu?


14 commenti:

Sayuri ha detto...

parole sante... domenica tutti alle urne!!!!!!! è___é

Tantocaruccia ha detto...

Pienamente daccordo con tutto! Io purtroppo non potrò votare perchè mi trovo all'estero, ma è un dovere imprescindibile. Il referendum è uno dei pochi strumenti che ancora abbiamo per far sapere come la pensiamo, ed è quindi un diritto irrinunciabile!
Baci:**

Claudia ha detto...

WOW !!!! IO VOTO!

Refuge ha detto...

Davvero esaustivo! Sì, sì, sì, sì... Io voto!!!

Letiziando ha detto...

Io VOTO così "mi faccio sentire" :)

Saretta ha detto...

Ho già la tessera pronta per domenica!!!

Sorriso ha detto...

Ciao, ti invito a partecipare al mio primo contest:
http://bouquetdifantasia.blogspot.com/2011/06/cena-lume-di-lampadina-il-mio-primo.html
Ti apetto anche solo per una sbirciatina,
un Sorriso...

resy ha detto...

IO VADO A VOTARE, come ho sempre fatto, perché il referendum è l'unico modo per esprimere direttamente la propria volontà!!!
E' la seconda volta che affronto un referendum sul nucleare ed ho sempre votato non tanto per me, ma per chi verrà dopo di noi, quale eredità gli lasceremmo???
Per quanto riguarda invece l'acqua, per esperienza diretta vi posso assicurare che le bollette dei gestori privati sono decuplicate rispetto al pubblico!!
Pensate al vostro portafogli quando sarete davanti alla vostra scheda!!
VOTARE NON E' SOLO UN DOVERE, E' UN NOSTRO DIRITTO!!!!

Eli e Vero... in cucina! ha detto...

Io voto! Assolutamente! Una volta che abbiamo la possibilità di dire la nostra opinione... Perchè sprecarla??? E' un nostro dovere oltre che un nostro diritto... Ci siamo scordati le conquiste dei referendum sull'aborto e sul divorzio???
Italiaaaaaaaaaniiiiiii... a votare!
(Io tra l'altro sarò pure ai seggi)
Vero

Benedetta ha detto...

@tutte (tranne qualcuno) ragazze vi adoro, quando ritrovo il mio entusiasmo nel vostro mi sento davvero soddisfatta delle fatiche fatte per questo referendum..sono certa che "come noi" ce ne sono tantissime e tantissimi, possiamo farcela...!

Marina ha detto...

Io mi sento positiva, credo che saremo in tanti ad andare al voto... anche i commercianti si sono mobilitati offrendo sconti a chi si presenta con la tessera timbrata... a me sembra un buon segno! Alle urme ragazzi!

Trattoria da Martina ha detto...

Sottoscrivo in pieno tutte ciò che dici. Anche io un paio di post fa ho scritto cose del genere. Alle tue ragioni aggiungo anche che credo che non andare a votare non sia un diritto perchè si impedisce a tutti gli altri di esprimere democraticamente la propria opinione su quesiti importantissimi come questi, quando ci si potrebbe confrontare e accettare ch evinca la maggioranza...Questa cosa di non andare a votare per non far raggiungere il quorum lo trovo altamente incivile. Grazie epr aver contribuito a diffondere le informazioni sul referendum

Anonimo ha detto...

Vorrei che fosse già domani, vorrei che al tg dicessero che si è raggiunto il quorum, vorrei che questo incubo finisse con la vincita dei SI, tengo soprattutto perchè aboliscano il nuscleare anche se sono d'accordo anche per tuttoil rsto, grazie Benedetta per tutto quello che stai facendo e... incrociamo le dita... ma quelli che voteranno NO oppure addirittura si asterranno non hanno a cuore il futuro??? che rabbia!!
Patrizia - Brindisi

Lucia ha detto...

Bellissimo post! Ben scritto e ben argomentato. Complimenti!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale