lunedì 11 ottobre 2010

Gnocchi Ripieni - Umbria

Da un po' di tempo mi girava in testa l'idea di avere una sorta di rubrica di "cucina regionale". Ogni volta che viaggio, soprattutto quando arrivo in un posto che non ho mai visitato prima, la prima cosa che cerco di capire è come si vive. Che aria si respira, che abitudini si hanno, cosa si vede nelle strade che si percorrono tutti i giorni, magari anche cosa si vede dalle finestre. Ogni luogo ha poi, ovviamente, un aspetto culturale da comprendere, una storia, che spesso si puo' vivere con monumenti da visitare e musei nei quali perdersi. Aspetto fondamentale della cultura di una terra o di una città è senz'altro il cibo, visto sopratutto come tradizione, come tutto quello che viene preparato nelle case che ti passano accanto, magari di generazione in generazione.Il cibo riflette forse piu' di tante altre cose la storia di un luogo, le abitudini di chi ci vive, il clima che lo pervade durante le stagioni dell'anno. Per cominciare a parlare di cibo e territorio, non potevo che iniziare dalla mia terra: confesso che non mi sono mai sentita particolarmente legata a questa regione, non so bene per quale motivo, ma so anche che quando torno nella mia città e mi trovo davanti la vallata in cui si trova mi sento a casa, e sono consapevole di abitare in una delle parti piu' belle di questa nostra Italia, dove panorami come questi sono molto piu' che frequenti...



Quel che si vede ogni mattina fuori dalla finestra ha un valore importantissimo per me, vi confesso che cambierò queste montagne solo con qualcosa di veramente all'altezza... L'Umbria avrà un ruolo predominante in questa rubrica, cosi' come il Molise, altra regione di cui sono figlia perchè terra della Supermum...



Anche se sono ternana, comincio con una ricetta che viene dall'altra parte della regione, da un piccolo paese in provincia di Perugia. Cannara è famosa per le sue cipolle, presidio slow food per tanti anni, celebrate da trent'anni ad ogni Settembre con una festa meravigliosa durante la quale vengono allestiti 6 ristoranti che propongono menu interamente a base di cipolla. Il rammarico di non essere riuscita ad andarci quest'anno mi ha portato a fare da sola una delle prelibatezze mangiate negli anni passati...



Gnocchi di patate ripieni di Cipolla Rossa di Cannara

500g patate
farina qb
sale, pepe
olio ev
3 cipolle rosse di Cannara
una noce di burro
2 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di parmigiano
un uovo o un albume

Lessate le patate, sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. Sbucciate le cipolle, tagliatele a rondelle sottili e mettetele in un tegame con un po' d'olio e il burro, fate rosolare, salate e pepate, poi aggiungete qualche mestolo d'acqua per farle ammorbidire e portate a cottura. Quando le patate sono fredde, salate e pepate iniziate ad aggiungere la farina a poco a poco fino ad ottenere una pasta abbastanza soda da poter essere lavorata. Infarinate il piano di lavoro, le mani e il matterello e stendete una sfoglia di circa 4-5mm di spessore. Con un coppapasta ricavate dei cerchi.

Fate raffreddare le cipolle, aggiungete il pan grattato e il parmigiano e regolate se necessario di sale e di pepe. Mescolate bene e con un cucchiaino ponete un po' di ripieno sui dischi di pasta, inumidite i bordi con un uovo leggermente sbattuto o con un albume, chiudeteli a mezzaluna e premete bene i bordi per sigillare gli gnocchi, anche aiutandovi con la forchetta. Potete servirli sia "in piedi" che "sdraiati". Si lessano in acqua salata scolandoli man mano che vengono a galla, si possono condire con burro, salvia e parmigiano ma anche con una fonduta di formaggio.


Consiglio di disporli su un vassoio infarinato una volta confezionati (prima di cuocerli) e di metterli in freezer. Da congelati possono essere conservati in sacchetti di plastica avendo cura di ridisporli nuovamente su un vassoio infarinato quando si decide di scongelarli, per non farli attaccare uno all'altro. Possono anche essere cotti quando ancora congelati, basta lessarne pochi per volta in acqua in piena ebollizione e regolarsi con la cottura assaggiandone uno dopo uno o due minuti che è tornato a galla.

15 commenti:

Rossella ha detto...

Interessanti questi gnocchi. Amo le cipolle e la loro presenza massiccia è veramente invitante.
Un saluto da quella pazza blogger che ha lanciato i Cjalsons 2010. Se vuoi unirti al gruppo di curiosi, scrivimi che ti mando le 9 ricette di Cjalsons tra cui scegliere...ho letto su Qualcosa di rosso che ti interessavano i Cjalsons e ricette regionali.

raffy ha detto...

questa me la segno subitissimo, li voglio fare assolutamenteeeeee!! appena li provo ti faccio sapere!

Elisa80 ha detto...

Belli questi gnocchi, a parte che adoro gli gnocchi in ognoi versione, ma sai che io li ho riempiti di taleggio e conditi con una salsa al tartufo e sono ottimi provali !!!! intanto scopiazzo la tua idea e la provo domenica a presto Elisa80

Francesca ha detto...

Complimenti questo primo piatto è super delizioso!!!

Beato chi se li mangia!!!

Baci

Golosina ha detto...

Questi gnocchi devono essere proprio buoni eh!!Le tradizioni che una terra possiede..sono i valori più grandi che possa avere!!è bello viaggiare, conoscere ed osservare..

Ambra ha detto...

Il piatto è delizioso tesoro e l'idea di questa rubrica è stupenda...dove mi porti la prossima volta??Bacio

Cris ha detto...

molto interessante la rubrica di cucina regionale, e questo piatto non è certo da meno!:)

Saretta ha detto...

L'umbria è una regione che io reputo magica...suggestiva, verace e così piena di ricchezze da scoprire!Mi congratulo per la tua bella idea, sarò felice di leggere e conoscere ricette regionali deliziose come questi interessantissimi gnocchi-tortello ripieni!

Moscerino ha detto...

mi sembrano davvero ottimi. certo, gli gnocchi ripieni mi sembrano una sfida ancora troppo ardua per me, ma magari ci provo. raccogliere e presentare le ricette regionali mi sembra un'idea eccellente. specie se si parla di regioni della cui cucina io non so assolutamente nulla! sarò ben felice di imparare

stefania ha detto...

Sono bellissimi questi gnocchi, brava

CarlottaD ha detto...

Davvero interessanti. Mio marito impazzirebbe per questo piatto.

Benedetta ha detto...

grazie a tutte!
se provate a farli fatemi sapere come vengono e sopratutto se vi piacciono!

spero che questa rubrica abbia un seguito, magari avrò bisogno del vostro aiuto!

Orsetta ha detto...

Ciao questo blog è una meraviglia ed una grande fonte di ispirazione :) bellissime le tue foto e le idee della cucina tradizionale! è un piacere conoscere te e tante altre cuochine!
Perche non vieni a trovarci anche tu..oggi abbiamo fatto dei buonissimi cheescake :)
http://whitedarkmilkchocolate.blogspot.com/2010/10/mini-cheesecakes-cremosi.html#comments

C&G : ha detto...

Mi piace il ripieno alla cipolla...fondenti!! Mi piace anche il tuo blog che sto scoprendo! Buon Weekend e a presto!
Giorgia

terry ha detto...

Questi gnocchi a mò di ravioli non li conoscevo! grazie! devono esser così buoni!
brava....anche le foto ..stupende!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale