giovedì 22 ottobre 2009

Pane allo Zucchero

Ho gia' detto qualche volta che sto freddo proprio non mi piace? Ci sono svariati motivi per cui preferisco il caldo e l'estate in generale. Intanto uscire la sera non ti sembra una mission impossible, anzi, esci con piacere a prendere un po' d'aria e fare due passi. Segue, maggiore vita sociale. 1 a 0 per l'estate. Secondo, il sole, c'è poco da fa, mette di buon umore, è scientificamente provato:direte voi "il sole c'è anche d'inverno" appunto, se fa bene con il gelo, fa ancora meglio quando le temperature sono piu' alte, tiè. E poi vuoi mettere in riva al mare? 2 a 0 per l'estate. Vogliamo parlare dei graziosi vestitini estivi, delle tshirt, delle gonnelline e dell'infagottamento in maglioni invernali, pile, cannottiere e calzerotti anti...avvicinamentoamoroso?eddai su, 3 a 0 netto. Passiamo alle scarpe: per quanto gli stivali e i booties possano essere carini e stilosi, quando è caldo quanti diversi tipi di scarpe potete indossare? E non mi sfidate su questo punto perchè ne conosco troppe, rassegnatevi al 4 a 0! E ancora: il caldo non vi mette meno appetito? (Rapido flashback mentale sulle mangiate di agosto...mmm, no, meno appetito non posso proprio dirlo!) ci riprovo: il caldo non vi costringe a mangiare cose piu' leggere? Pesce, insalate, frutta, verdura...poi magari una partita a racchettoni, una passeggiata in bici,una nuotata, una partita a calcetto o a beach volley e voila' che ci si tiene anche un po' in forma, no? Adesso col freddo ci sentiamo legittimate a intingoli, ragu, dolci e chi piu' ne ha piu' ne metta. 5 a 0. Potrei continuare per ore, ne siete consapevoli? Come lati pro all'inverno posso concedervi l'attenuante di quando il caldo diventa troppo, quando si suda e non si riesce a fare un passo. 5 a 1. E poi l'altra faccia della medaglia "cibo": ora si puo' cucinare piacevolmente con il forno acceso e si riescono a mangiare cose piu' consistenti (e goduriose!) di una insalata. 5 a 2. Potete anche provare a tirare acqua al vostro mulino, cari i miei invernaroli, ma non ci riuscirete. Anche perchè ho i piedi gelati nonostante il doppio calzettone!

Che dire della ricettina? Innanzitutto che non è mia, ma sua, una ricetta del cavolo come direbbe lei stessa! Il che implica necessariamente che è una garanzia di ricetta perfetta, sopratutto per la colazione con il caffè, ma anche in macchina quando il raccordo ti prende in ostaggio (un esempio a caso, eh) o a meta' pomeriggio quando fuori ahimè piove e hai i piedi gelati nonostante il doppio calzettone (anche questo esempio del tutto casuale!). L'unica differenza che ho apportato rispetto alla ricetta originale, è che invece che un solo pane ho fatto dei panini piccolini, proprio in previsione del rapimento suddetto e di lunghi minuti (...diciamo minuti va') ferma in macchina. E ho dovuto farli cuocere un po' di piu' del previsto, ma penso per via del forno diverso. Riporto al ricetta tale e quale.

Pane allo Zucchero - Craquelin

farina 320g
burro 125g
zucchero perlato 120g
lievito di birra 20g
acqua 15cl
tuorli 2

zucchero 15g
sale una presa

Versare sul ripiano o nell’impastatrice la farina. Nel mezzo, aggiungere il lievito diluito nell’acqua tiepida, i tuorli, il sale e lo zucchero, poi il burro fuso. Impastare per 10 minuti fino a ottenere un impasto bello elastico (aggiungere eventualmente un poco poco di farina, io ne ho aggiunto due cucchiai per ottenere una consistenza che mi piacesse).
Dividere l’impasto in due: una parte di 500g e l’altra con ciò che rimane (circa 150-180g) Disporre le due porzioni di impasto su un teglia, coprire con della pelicola e lasciar riposare per 15 minuti. Riprendere poi la porzione di 500g, incorporare 100g di zucchero perlato e riformare una palla. Stendere al mattarello l’altra porzione di impasto in modo da formare un disco di circa 25cm di diametro. Avvolgere l’impasto zuccherato con l’impasto steso, e deporre il tutto con la chiusura in basso su una teglia da forno, coprire e lasciar lievitare per un’ora.
Infine, spenellare il pane con un po’ di albume sbattuto, praticare al centro due incisioni in forma di croce e disporci i 20g di zucchero rimasti. Infornare a 220° per mezz’oretta o finché il pane non sia dorato.



11 commenti:

Simo ha detto...

Belli e buoni....dici che con la marmellata per la merenda di mia figlia, ci stanno bene?

Saretta ha detto...

benedetta apporvo al 100% l'analisi ed il risultato del match Estate vs Inverno...Sarà che sono nata a Giugno e a me l'estate piace da morire.Consolazione sì il forno, se escono queste solceze poi...bacione!

Saretta ha detto...

dolcezze mica solceze...

Benedetta ha detto...

@simo, eh beh, direi una accoppiata perfetta!

@saretta, evvai gia' siamo in due...brr che freddo odioso...pisolino sotto copertina in vistaaa!:)

Pippi ha detto...

Benny!!! io sono d'accordissimo con te !!!! soprattutto per il discorso dei piedini........ heheheh
paninetti strepitosi come strepitosa sei tu, permittimi di dirtelo, leggerti mi mette allegria!!! un bacio
Pippi

Federica ha detto...

complimenti! sono perfetti! una coccola con questi freddi!!

Arietta ha detto...

Devo ammettere mio malgrado che nonostante bramassi l'autunno, il freddo invernale degli ultimi giorni mi ha fatto tribolare...non rimpiangere l'estate, perchè è stata forse la peggiore della mia vita, quindi ho ricordi non troppo freschi di abitini, passeggiate in riva al mare & co :-) Però va detto che in sti giorni mi basta una zuppetta e mi passa tutto, se poi potessi accompagnarci un paninetto dolce....beh....mi si scalderebbe anche la punta dei piedi! Un bacione!

Mariluna ha detto...

Benedetta, allora si trovano anche in Italia questi zuccherini....queste briosce poi, una favola , m'ero ripromessa di farle ma poi il tempo passa e certe delizie...no certe delizie non si scordano!
Baci e buona giornata

iana ha detto...

Ma che bello! Io poi queste cose le adoro!

Moscerino ha detto...

ehi Benedetta....quante novità! Stavo facendo un giro per i blog e ne aprivo un po' alla volta, scorrendo poi con calma le pagine, ad un certo punto arrivo qui e dico.."devo aver sbagliato blog! questo di chi è??"! come potevo immaginare che fosse il tuo, è tutto nuovo!!
bellissimo, davvero! e grazie del sostegno che mi hai dato...

Benedetta ha detto...

@pippi, eheheh grazie, pero' quando esagerero' a dire cavolate, per favore fermami!!!

@federica, grazie! a presto ;-)

@ari, se ti consola nemmeno per me è stata una grande estate, pero' il caldo mi basta per stare meglio, oggi cmq è stata unabuona giornata, tiepida diciamo, cosi' va bene per me...! un abbraccio

@mariluna, non so se è proprio la stessa cosa lo zucchero che ho usato io e quello che diceva Sigrid, io ho usato la granella di zucchero, e il risultato è stato veramente ottimo, me le sono mangiate tutte, eh si...

@iana, grazie di essere passata, a presto!

@moscerinuccio, hai visto? mi sono rimboccata le maniche e sono riuscita (non senza difficolta, mamma mia quant'è difficile sta lingua!) a mettere 3 colonne, ma sono sempre io! Mi raccomando non sparire di nuovo, io aspetto il prossimo post!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte biscotti oggi non si mangia primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla confort food formaggio mandorle pasta di zucchero pistacchio ristoranti brunch frutta gnocchi home made insalate merenda noci pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia autunno basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme mousse pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca bicchierini burro cene condimenti creme etsy marmellata melanzane miele semifreddi trasferte Terni bloggheanno carote cioccolato bianco contorni crema fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa piccola pasticceria sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce broccoli cacao cannella carpaccio collaborazioni conserve creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena pasticceria peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale