venerdì 16 ottobre 2009

Cannelloni di Zucca e Ricotta di Bufala


Lo so che questo è un blog di cucina. Lo so che è nato per questo, e so anche che magari tra quelli che lo leggono, quando mi lascio andare a opinioni e commenti diciamo di attualità, qualcuno storce il naso e passa oltre. Però diventa sempre piu' difficile fare finta di niente, come mi consigliano spesso alcune mie coetanee, facendo crescere ancora di piu' l'amarezza e la vergogna per quello che siamo costretti a vedere, sentire e leggere ogni giorno. Far finta di niente solo perchè dentro le mie quattro mura c'è sempre da mangiare, da bere e da vestirsi oltre che un'altra buona quantita' di cose "in piu'", mi sembra francamente non solo disgustoso ma anche superficiale e disonesto. Il fatto che io sia nata da due genitori che hanno avuto la possibilita' di studiare e di darmi tutto cio' di cui avevo bisogno piuttosto che in una casa in cui arrivano 1000 euro al mese, non fa automaticamente di me una persona migliore di altre nè tantomeno piu' meritevole, di altre. Quindi, grazie, ma no, non faccio finta che vada tutto bene, perchè non è cosi', anche se in casa mia perfortuna sembra di si. Non voglio parlare di quanto sia scandaloso e vergognoso quello che succede ogni giorno nel nostro paese; non voglio parlare della illegalità dilagante che viene ogni giorno spacciata per legalità, nè di quanto sia volgare e nauseante che dalle alte cariche dello stato passi il messaggio che si puo' rifiutare e sentirsi al di sopra sia della Legge che della Costituzione. Voglio parlare di coscienze e di cervelli. Sentirsi rispondere "Ma questo l'ha detto la televisione, quindi è vero, quello che dici tu la televisione non lo dice" è quanto di piu' avvilente mi sia capitato in una conversazione. E non con bambini di 6 anni, ma con persone "colte", che "hanno studiato", "affermate professionalmente". La televisione non l'ha detto, segue, non è successo/non esiste/non è vero. E' per questo che chi ha il potere, sapeva che prima di poterlo raggiungere doveva controllare i principali mezzi di comunicazione di massa: perchè con la tv e i giornali puo' entrare nella testa della gente, o meglio farci entrare cio' che vuole. Per esempio, che se non vai in televisione, se non sei famoso, se non sei riconosciuto per strada, non sei nessuno. Che basta apparire, non lavorare, studiare, impegnarsi per fare qualcosa di utile per la società, no, basta apparire in televisione e puf! diventi ricco, famoso, puoi andare in giro con la bella macchina e la bella donna vicino. Addio fabbrica, cantiere, ufficio. Bella vita per tutti. Se avete visto Videocracy, sapete ancora meglio di cosa parlo (la cosa triste è che chi l'ha visto questo film, le cose che si dicono le sapeva già, chi non le sapeva o peggio le rifiuta non se vedra' mai...). Oppure ancora: non siamo noi che non rispettiamo la legge, è la legge che è sbagliata. Essere illegali è legale, miracolosamente. Orwell doveva alzare il tiro solo di 25 anni...



  • Cannelloni di Zucca e Ricotta di bufala (per 2 persone)
  • sfoglia sottile
  • 300g di zucca (peso pulito)
  • 200g di ricotta di bufala
  • 125ml di latte (piu' altri 100ml eventuali)
  • 15g burro
  • 15g farina
  • parmigiano
  • sale, pepe
  • rosmarino


Lessate la sfoglia in acqua salata, scolatela e ponetela ad asciugare su un piano coperto con una tovaglia o un canovaccio. Preparate la bechamel: scaldate il latte, a parte fate sciogliere il burro in un pentolino e incorporate la farina formando il roux, aggiungere il latte caldo a filo e mescolare finchè non si addensa. A cottura ultimata, regolate di sale e pepe aggiungere altro latte per ottenere una salsa piuttosto liquida. Tagliate la zucca a dadini o listarelle, rosolatela con due cucchiai d'olio aggiungendo sale, pepe e qualche rametto di rosmarino, aggiungete un po' d'acqua calda e portate la zucca a cottura. In una boule mettete la ricotta, conditela con sale, pepe e parmigiano. Prendete la pirofila, cospargete il fondo con la salsa. Su ogni rettangolo di pasta mettete su un lato una striscia di ricotta e subito accanto un cucchiaio di zucca, sempre disposto "a striscia", sul lato corto. Arrotolate il cannellone e disponetelo nella pirofila. Continuate fino a riempirla, irrorate i cannelloni con la salsa, il parmigiano e un po' di pepe macinato e infornate a 190° per circa mezz'ora o finchè non sono ben gratinati.



Visto che questa ricetta mi è piaciuta moltissimo, vedrete molte varianti nei prossimi giorni!

14 commenti:

Saretta ha detto...

Guarda, non passa giorno c'io non mi arrabbi per lo schifo che c'è in questo stato.Tutto ciò che va contro l'agire ed il pesare asurdo di uno pseudo dittatire, vien vista come congiura.E mo bastaaaaaaaaaa!!!Ieri la violazione della privacy di un giudice è stata spacciata come caso esclusivo!!!Ma dove stiamo andando?Io mi dissocio, sempre.
Mi stupisco anch'io di quanta gente non ragioni e sia lobotomizzata da TV e media.Ma lo spirito critico?
Senti, mi prendo un cannellone va, sono ottimi!
Bacio

Alessandra ha detto...

Hai ragione su tutta la linea.....felice di leggere l'ultimma tua frase, così si fa. I cannelloni sono buonissimi complimenti.

sweetcook ha detto...

Io non l'ho visto il film ma mi precipito a cercarlo immediatamente.
Ti confesso una cosa: a me il tuo blog piace anche per questo: non perchè la penso ESATTAMENTE come te (cosa che oltretutto è vera), ma perchè c'è spazio oltre che per la cucina, di guardarsi intorno e di realizzare ciò che ci sta intorno, che ovviamente non piace neanche a me. La tv inutile dirti che non la guardo quasi più e quando lo faccio ne prendo le debite distanze. A questo proposito leggevo oggi questo (cito da quì http://www.facebook.com/home.php?#/note.php?note_id=156379989239&id=76372150336&ref=mf)

"Alla gente in Italia non interessa la libertà di stampa, non si preoccupa per il fatto che sia stata offuscata e minacciata da quello che sta accadendo: la libertà di stampa non è importante perché non la si considera necessaria e utile al proprio quotidiano... Se ne accorgeranno solo quando riusciranno a vedere con occhi diversi e comprenderanno che oggi sulla maggioranza dei media la vita non viene raccontata ma rappresentata. Ricostruita secondo luci e dinamiche che la rendono finta"

Scusa se mi dulungo troppo come al solito ma sono argomementi che sento fortemente:)

Adesso dopo questo piccolo sfogo mi addolcisco un pò con questi delicatissimi cannelloni.

Un bacetto *amica*

Simo ha detto...

Molto delicati questi cannelloni, complimenti!

Genny ha detto...

bellissimi con la zucca , non li ho mai provati...

Sara ha detto...

il film non l'ho mai visto, ma lo cerco perchè l'argomento mi interessa molto...e aspetto le varianti di questa ricetta, e intanto provo questa!!

Benedetta ha detto...

@saretta, il pedinamento del giudice è un fatto vergognoso, fa venire la nausea. Non tanto per il pedinamento in se (che ci sara' di strano in uno che cammina per andare dal barbiere, si ferma al semaforo o si siede su una panchina..bah)quanto le allusioni e le pochezze della "giornalista" che secondo me dovrebbe essere non radiata, qualcosa di piu'. come si fa a fare ilproprio lavoro in questo modo, cosi' sporco e disonesto?

@alessandra, grazie mille! bello sapere di non essere soli..

@sweettinaaaa, dilungati quanto ti pare, questa è casa tua :-) che ti dico, agli italiani, o almeno alla maggioranza, non interessa nulla di quel che accade olte il proprio metroquadro. A loro magari andra' bene essere rappresentati da quelloli' come lo chiama fiordisale, ma a me sinceramente no, non va bene.quindi finchè posso parlo, mi arrabbio e manifesto il mio disappunto in ogni modo possibile. il film..come ho detto, sono cose che si sanno, si sa che la gente vuole andare in televisione e diventare famosa, avere piu' soldi, piu' potere..pensavo meglio, ma resta cmq da vedere, molta gente quelle cose non le sa e magari mai le sapra' visto che in italia è uscito in pochissime sale (nella mia regione in nessuna sala per esempio...). fammi sapere, baci amica

@simo,genny, grazie mille ragazze, un abbraccio

@sara,ti rimando alla risposta a sweety riguardo al film, cercalo poi magari ne parliamo!un abbraccio e grazie di essere passata!

giovanna ha detto...

Non fai bene ma benissimo a scegliere di non tacere, di non far finta di non vedere. Non se ne può più.
Sarebbe bello se ci fossero le condizioni per parlare solo e svagatamente di cucina, delle nostre passioni. Ma le condizioni non ci sono, e a tacere ci si sente ancora più avviliti e umiliati.
Non passavo da tanto. Sono contenta di averlo fatto in questa occasione.
Un abbraccio
Giovanna

fantasie ha detto...

Fino a quando potremo scrivere sui nostri blog quello che vogliamo, fai bene a parlare e dimostrare il tuo dissenso anche con questo mezzo. E i cannelloni sono un ottimo modo per consolarsi dallo schifo dilagante!

Fra ha detto...

Io credo invece che sia molto importante parlare di queste cose, anche su un blog di cucina. Perchè come dici tu chi ha il potere sui maggiori mezzi di informazione ha un potere enorme sulle persone. Perchè attraverso essi può imporre la propria scala di valori, indirizzare il pensiero e l'attenzione della gente. E quindi più gente esce da questo schema e parla di come stanno realmente le cose, meglio è.
A parte questo i tuoi cannelloni sono una favola!!!
Un bacione
fra

stefi ha detto...

Bella e gustosa questa versione di cannelloni!
Complimentiii!!!!!!

try2knit ha detto...

Ciao, per caso ho trovato il tuo blog, e ho letto questo ultimo articolo. E quel che ti voglio dire è grazie. Grazie per non girare la testa dall'altra parte quando vedi che quel che succede non è giusto. Grazie per continuare a discutere, anche quando sembra inconcludente. Continua così. Io ti seguo! ;)

Andrea ha detto...

ottima ricetta... io i cannelloni li faccio co besciamella e cotto.. ecco la ricetta

seri ha detto...

sono fantastici questi cannelloni

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale