Crostata Dedicata...


Prima di sbattere la testa contro il muro e compromettere per sempre le mie capacita' cognitive, ho deciso che si rendeva necessario fare una pausa. Io odio quest'esame, ve lo dico, lo odio, lo odio, lo o-d-i-o. Nemmeno la pausa con the verde (rigorosamente nella tazza della juventus..Si si, proprio quella dei due pappini all'Inter di ieri sera!Mi sto mordendo le mani per non fare un post di commento della partita...questo non è un blog di calcio, questo non è un blog di calcio...andiamo avanti, suvvia) e una fetta di questa crostatina mi hanno fatto cambiare umore, che ormai è assolutamente nero. Intanto, mentre passavo il tempo ad incrementare questo astio, è arrivato dicembre. Torino è ormai relegato al mese scorso, ma non potevo assolutamente dedicare a qualcos altro la prima ricetta realizzata nella cucina nuova (sopratutto dopo i due pappini di cui sopra!:-) ). Ebbene si, almeno la cucina è finita (mancano solo un paio di mensole e gli sgabelli) e ormai è fatto quasi tutto, abbiamo i pavimenti, i termosifoni e persino i battiscopa. L'altra sera io e la Supermum avevamo addirittura due postazioni diverse e distanziate, una al salato l'altra al dolce (ma come facevamo prima?!). Rimangono ancora problemi organizzativi (del tipo che apro in media 3 cassetti e 4 sportelli prima di capire dov'è quello che sto cercando, visto che ha cambiato posto a tutto, ehm...) e i libri di cucina che sono ancora senza fissa dimora. Ogni tanto passo da voi e leggo di quanto siete indaffarate nei preparativi natalizi, che invidia! Ho visto tanti di quei biscottini in giro che mi ci vorrebbero altri due mesi di vacanze solo per provarli, vedro' cosa posso fare nel tempo che riusciro' a ritagliare da questo osceno esame. Stamattina però volevamo fare l'albero, o almeno iniziare (abbiamo comprato anche due palline bellissime a Torino, chevvelodicoaffa'!) ma solo il pensiero di salire in soffitta e cercare il necessario nascosto chissa' dove tra il vecchio frigorifero, i mattoni refrattari del camino smantellato, avanzi di pavimenti e ex impianto di riscaldamento...ci ha fatto subito desistere. Magari martedi' eh, come tradizione vuole...
Questa crostata era nell'aria gia' in macchina al ritorno da Torino (quante volte ho già scritto Torino?) dopo che la mia cara Carlotta mi aveva raccontato di un dolce che aveva assaggiato in un ristorante di Pinerolo a base di Seiras. Ci ho pensato giusto un paio di minuti, guardando il bottino che ci eravamo riportate, e il ripieno tutto piemontese era gia' in forno...



Crostata Torino
300g ricotta Seiras
3 cucchiai di zucchero a velo
80g nocciole piemonte
80g cioccolato fondente Gobino
un uovo
la scorza di una arancia non trattata

Stendete la pasta frolla e foderate uno stampo da 22-24cm di diametro, bucherellate il fondo con una forchetta, regolate i bordi e mettete in frigorifero. Lavorate a crema la ricotta con lo zucchero a velo, tritate grossolanamente al coltello le nocciole e il cioccolato ed aggiungeteli al composto, insieme alla buccia d'arancia grattuggiata e l'uovo leggermente sbattuto. Mescolate bene il tutto finchè non è omogeneo, riprendete la base di frolla dal frigo e riempitela con la ricotta, livellando bene. Coprire con la classica griglia da crostata o con un altro disco di frolla, infornate a 180° per circa 40 minuti, fino a colorazione.

Apprezzate il fatto che non vi abbia tediato per qualche ora con la grinta del mio Giorgione Chiellini (con tanto di maschera post naso rotto..) o con il supergoal di Marchisio o con la certezza del mitico Gigi Buffon... e beccatevi questa!;-)

Commenti

Genny ha detto…
delicata ma spettacolare!brava!
Saretta ha detto…
Con una crostata a base di Seiras e gobino mi stendi!!!Ma come hai fatto una griglia così perfetta?Quanto invidio la tua super cucina!!!
bacioni gioia e...tieni duro che passerà anche questo esame!!!
Dolci a gogo ha detto…
deliziosissima la crostata e anche a casa mia nonostante siamo napoletani si è tifato juve!!!mio marito era praticamnete pronto a sparare i fuochi d'artifico ma probabilmente i vicini(tifosississimi del napoli)avrebbero sparato a lui:-)bacioni imma
pufetta 17 ha detto…
.....splendida....
ho cercato la ricotta Seiras ma non l'ho trovata,pensi che possa utilizzare una buona ricotta di pecora? vorrei prepararla per le prossime feste.

W la mitica IUVE
Federica Simoni ha detto…
una delizia incredibile!
Manuela e Silvia ha detto…
Ciao! proprio bella e semplice questa crostata!
complimenti!
un bacione
annarita ha detto…
questa crostata è perfetta! brava!
carlotta ha detto…
Commento veloce veloce: domani ho la presentazione e adesso c'è la partita!!!
Cmq questa crostata è uno spettacolo!!!
Devo proporre a Chiamparino la cittadinanza onoraria... :-)
Carlotta
stefi ha detto…
Che crostata!!!!!!
Libidinosa!!
Complimenti cara a preasto!!!
sandra ha detto…
Che buona deve essere... brava!
ci proverò cuando la mia cucina sarà finita... noi ancora siamo in
fase trasloco-lavori che non finisce più.
Un bacio da torino.
Cenere Bagnata ha detto…
seiras...lo vendono in latteria sotto da me... ;) ti aspetto a gennaio!! :p PS: Carlotta!!!sono ancora viva né? prometto che mi faccio sentire..quando mi sbarazzo degli scatoloni... :( come é andata la presentazione? ufficialmente ammessa al secondo? :)
Baci Anna
Morena ha detto…
io non ho ne traslocato ne cambiato casa ed in garage ci sono scatole belle in ordine con scritto quello che contengono..ma quest'anno niente albero..non ne ho proprio voglia!!!e nemmeno decorazioni...!!
però una crostata così si ha sempre voglia di farla e mangiarla!!Bellissima!!

ciao Morena
Virginia ha detto…
Ma perchè mi dimentico sempre di quel piccolo dettaglio calcistico prima di passare da te????
Giorgia ha detto…
le crostate con la ricotta sono sempre una garanzia!!! e adesso che è natale una con ricotta, cioccolato e arancia non ci starebbe mica male, sai?!? mi sembra che torino ti piaccia proprio :) ma un tartufino te lo sei portato via?!? un abbraccio
mhmhmhmmh buonissima !!!
Sonia ha detto…
salve, complimenti per il suo blog. Solo un minuscolo appunto: pensées è femminile quindi toutes mes pensées. Mi perdoni se mi sono permessa, ma è solo un piccolo neo.
Benedetta ha detto…
@sonia, grazie! in tutto questo tempo non mi ero mai accorta dell'errore! :\ grazie ancora e a presto!
Patrizia ha detto…
Ecco, lo sapevo arrivo qui e trovo la perfezione!!!
spettacolare e deliziosa!
TI PREGO DIMMI come fai a fare questa GRIGLIA meravigliosa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
:)
Unknown ha detto…
Ciao Benedetta, ti scrivo per segnalarti un'iniziativa a scopo benefico, spero tanto che parteciperai. Non comporta alcun esborso e si tratta di una gara di ricette...ti aspetto!!! :D

http://dolcemania.blogspot.com/2009/12/una-gara-di-ricette-base-di-caffe.html
Sara B ha detto…
uhmmmmmm crostaaaaaaataaaa
(scusa, un attacco di homer simpsonite :-)))
come stai cara? tutto ok? io bene, anche se ieri abbiamo tremato un po' :-| speriamo sia finita qui. baci!
Benedetta ha detto…
@sapinaaaa, eh pure qui abbiamo tremato...non dormo tanto bene quando fa ste scossette...mi rimane la tremarella! che aggiunta a quella per l'esame imminentissimo beh, non è che sia proprio l'ideale...un abbraccio cara e speriamo sia finita qui davvero!
MilenaSt ha detto…
Ho letto il resoconto della "Giornata del cavolo", una gran bella esperienza: mi sono sempre chiesta che farei se dovessi cucinare per così tante persone.
In realtà la risposta la conosco: darei preda del panico ....
La crostata dai sapori piemontesi è perfetta :))
Unknown ha detto…
ahahahah, mi facisti moriri, io non sono una tifosa, quindi non ti capisco però di esami ne ho dati e quella è una nota mooolto dolente quando una materia non va ;)
la crostata mi sembra una favola con la griglia perfettissima ;)
forza juve? ahahahah
*
cla
Anonimo ha detto…
Buon Natale e Buon 2010... di pace gioia serenità... e tutto ciò che il tuo cuore desidera!!!!

Post più popolari