giovedì 28 giugno 2012

Barrette ai Cereali


In attesa di mostrarvi le ultime fatiche formaggifere (ci stiamo divertendo parecchio da queste parti, e ci basta aver scoperto il caglio, si.) ho pensato di proporvi l'impossibile: accendere il forno. Ma giusto per pochi minuti, giuro. Avete presente le barrette di cereali? Quelle su cui ripieghiamo quando siamo a dieta o comunque vogliamo fare uno spuntino senza troppi sensi di colpa. So bene che ormai esistono mille varianti, ma non potevo resistere all'idea di farle in casa, meno dolci e gommose, piu' sane e sopratutto senza dolcificanti e conservanti. Ormai sapete della mia passione del rifare le merendine in casa, quindi ho provato e riprovato finchè non ho ottenuto un risultato soddisfacente. Vi consiglio quindi di fare uno sforzo e accendere il forno per quella mezz'oretta che vi servirà per avere pronta la colazione dei prossimi giorni! 


Barrette leggere ai cereali 
senza farina nè burro! 


una tazza di fiocchi di avena 
una tazza di mix 5 cereali 
due cucchiai di semi di zucca 
due cucchiai di semi di girasole 
due cucchiai di uvetta 
mezza tazza di zucchero di canna 
un uovo grande (o un uovo e un tuorlo)
una tazzina da caffè di olio extravergine di oliva 
un pizzico di sale 
la buccia e il succo di mezzo limone non trattato 


Nota1: so bene che tazze e tazzine non sono unita di misura degne di considerazione ;-) è andata cosi', ho provato in un momento di pigrizia e ho fatto un po' a occhio. Usate una tazza da the/cappuccino, non troppo grande (non una mug per capirci! sopratutto per lo zucchero, che puo' essere ridotto a piacere). 

Mettete in una ciotola tutti i fiocchi di cereali, i semi, lo zucchero, l'uvetta precendemente ammorbidita in acqua calda e ben strizzata e la buccia di limone. Mettete l'uovo nel bicchiere del frullatore a immersione, aggiungete un pizzico di sale e iniziate a frullare, aggiungendo prima il succo di limone e poi, a filo, l'olio d'oliva. Si si, come se fosse una maionese. Montate bene (non verrà un composto molto sodo come se fosse davvero una maionese!), poi versate tutto nei cereali, amalgamando bene l'impasto. A questo punto avete bisogno di un coppapasta rettangolare o di uno stampo in silicone a formine rettangolari (io avevo il primo, con tanto di stantuffo per pressare all'interno). Rivestite una placca con carta da forno e pressate l'impasto nel coppapasta, cercando di essere molto delicati quando togliete il rettangolo di acciaio da una per passare alla successiva. Mettete tutto in frigo per una ventina di minuti. Accendete il forno a 170° (praticamente a temperatura ambiente!!!) e cuocete per 20-30 minuti, finchè non le vedete ben colorite. Fatele raffreddare completamente prima di toccarle e toglierle dalla teglia, si conservano bene chiuse in una scatola e con queste "dosi" precisisssssime, ne otterrete circa 10. 

Nota2: ovviamente potete sbizzarrirvi aggiungendo gocce di cioccolato, noci, nocciole, mandorle, pistacchi, frutta candita e disidratata..certo magari si va un po' su con le calorie, ma ao, non c'è il burro eh! ;-) 

Nota3: i semi di zucca e girasole sono in generale molto calorici, ma ne usiamo una quantità limitata e sono pieni di proprietà. Sono infatti ricchi di vitamine, coma la E, antiossidante per eccellenza, sali minerali e soprattuto di grassi buoni, i famosi Omega3, che sostanzialmente vanno ad abbassare il colesterolo "cattivo" e ad aumentare quello "buono". 

venerdì 15 giugno 2012

La Cena in Bianco di Torino


Che per caso lo sapete che Torino è la mia città preferita? :-) Va da se che almeno virtualmente dovevo partecipare a questa onda bianca che proprio oggi travolgerà il web per promuovere l'evento, la Cena in Bianco di Torino! Se avete l'immensa fortuna di essere da quelle parti, iscrivetevi alla cena mandando una mail a cenainbiancotorino@gmail.com Sarà una serata davvero suggestiva, misteriosa fino all'ultimo: solo il giorno prima sarete avvisati di data, luogo e ora. Tutto quello che dovete fare è vestirvi di bianco, portare un tavolino e delle sedie pieghevoli, una bella tovaglia bianca, piatti&bicchieri e...vivande bianche! Una specie di picnic ultrachic per le strade di una delle città più belle del mondo..cosa volere di più? 


Impossibilitata a partecipare per ovvie ragioni chilometriche, la mia adesione arriva con un cibo ultrawhite per eccellenza: una ricotta home made. Una cosa divertentissima da fare quanto semplice, dovete solo accertarvi di acquistare il latte piu' buono che trovate in circolazione. Se avete la fortuna di trovare il latte crudo, è perfetto allo scopo. Prendete un litro di latte intero freschissimo, mettetelo in una casseruola a fuoco non troppo alto e portatelo a 80-82°, aggiungete circa mezzo cucchiaino di sale e mescolate bene. Spremete il succo di un limone, prelevatene due cucchiai e versateli nel latte caldo: il latte comincerà a coagularsi, spegnete il fuoco e coprite per dieci minuti. Nel frattempo preparate una fuscella (conservatela la prossima volta che comprate la ricotta!) e un colino a maglie molto strette: versate il latte nel colino e pressate la ricotta per far uscire bene il liquido. Il mio consiglio è di non pressarla troppo, per avere un risultato morbido e cremoso. Passate tutto nella fuscella e mettetela in una ciotola piu' grande, in modo che possa continuare a scolare il liquido, e lasciatela per quattro o cinque ore in frigo. Trascorso il tempo, potete sformarla e servirla! Per un risultato piu' cremoso e gustoso, potete aggiungere 200ml di panna fresca.


LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte biscotti oggi non si mangia primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla confort food formaggio mandorle pasta di zucchero pistacchio ristoranti brunch frutta gnocchi home made insalate merenda noci pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia autunno basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme mousse pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca bicchierini burro cene condimenti creme etsy marmellata melanzane miele semifreddi trasferte Terni bloggheanno carote cioccolato bianco contorni crema fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa piccola pasticceria sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce broccoli cacao cannella carpaccio collaborazioni conserve creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena pasticceria peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale