lunedì 23 maggio 2011

Il mio Tuics ©


Lo so che questo è un colpo basso, a cosi' poco tempo dalla prova costume e sopratutto, per quanto mi riguarda, a cosi' poco tempo dal giorno in cui dovrò indossare un abito aderentisssssimo, ma vi avevo promesso una seconda versione dei millionaire shortbread e non posso rifilarvela quando arriverà (finalmente) l'afa estiva. Sfido chiunque a pensare al tris biscotto-cioccolato-caramello senza associare il mitico twix: se è vero, come vi dissi quando proposi  i tegolini, che da piccola non mangiavo merendine, non posso dire lo stesso per questo biscottino ipercalorico. Ancora oggi quando sono davanti alle macchinette faccio una gran fatica a trattenermi :-). Per questo ho pensato di rifarlo, e il mio Tuics© ha riscosso notevole successo. A casa del mio lui un vassoio con circa 20 pezzi è finito in una sera;  qui persino la Supermum, che in genere non ama i dolcidolci, è diventata una grande fan. 


Gli ingredienti sono gli stessi della versione classica, l'unica differenza è che ho usato la mia classica pastafrolla con un pizzico di fleur de sal, invece che quella dello shortbread. Stendete la pasta su un foglio di carta forno, in un rettangolo piu' regolare possibile e rifilate bene i bordi. Mettere in frigorifero per circa mezz'ora, poi tagliate dei bastoncini larghi circa 1,5cm e lunghi piu' o meno 6-7cm (poi resta una questione di gusti!), metteli su una teglia rivestita di carta forno e di nuovo in frigo. Nel frattempo scaldate il forno a 180° (io uso per la frolla ventilato+sotto/sopra), cuocete i biscotti per circa 10 minuti, finchè non sono ben dorati. Fate raffreddare, scaldate il caramello al microonde se è troppo denso e aggiungete una noce di burro, mettete in una sac a poche e distribuite delle righe per tutta la lunghezza del biscotto. Mettete in freezer e preparate la glassa con il cioccolato fondente o al latte e poco burro, sciolti insieme a bagno maria. Quando i biscotti saranno ben freddi e la glassa fluida, tuffateli nel cioccolato e lasciateli asciugare su una gratella posta sopra un foglio di carta forno. Servite rigorosamente a coppie :-) 

giovedì 19 maggio 2011

La Torta di Leon


Ero un po' preoccupata quando ho detto alla mia Superzia che avrei fatto io la torta per la comunione del nostro "piccolo" Leon. Avessi avuto una cuginetta, sarebbe stato un tripudio di fiori e fiocchi, ma come si decora una torta per un'evento del genere, per un maschietto? Quando ho chiesto a lui, non ha avuto dubbi: voglio la torta con gli skate. E quindi ho iniziato a lavorare la pasta di zucchero, cominciando proprio dagli skate: la tavola, il carrello, le ruote.. Una volta asciutti e induriti, li ho decorati ognuno in modo diverso, dipingendoli con colori in gel. 


L'idea era quella di rappresentare la premiazione alla fine di una gara: un prato verde e il podio con i primi tre classificati. Ovviamente è tutto tranne che perfetta, i 300km di viaggio non le hanno fatto benissimo e le decorazioni di ghiaccia si erano un po' rovinate sui bordi, Mentre la base (il "prato") era venuta abbastanza bene, nonostante la forma quadrata, i tre piccoli podi erano piuttosto imprecisi. sopratutto quello piu' basso :-)  ma abbiate pazienza, a forza di lavorare la pasta di zucchero raggiungerò un giorno risultati soddisfacenti! 



Vi ricordo che se volete realizzare una torta rivestita in pasta di zucchero, qui trovate le spiegazioni passo-passo.  Ah, la torta? Pan di spagna alla vaniglia farcito di ganache al cioccolato fondente, perchè come mi ha spiegato Cristina, è la farcitura migliore per torte che devono viaggiare, visto che non serve obbligatoriamente il frigorifero. A proposito di Cristina, con la Torta di Leon partecipo super volentieri al suo concorso a premi, anche se avendo un po' sbirciato tra le concorrenti mi vergogno un pochino a mettere la mia..



 E infine, vi mostro questa meraviglia...

domenica 15 maggio 2011

Il Momento di Scegliere da Che Parte Stare...


Giusto un secondo per farvi vedere che ci sono ancora, che il blog esiste e che anche se al momento da queste parti non stiamo mangiando cose tanto rilevanti da farvele vedere, ci arriva comunque lo zucchero al cervello :-) cosa che non si può dire accada per tutti. Infatti lo scorso anno, mentre io e molte altre persone, senza infrangere alcuna legge (come che so, sfruttamento della prostituzione minorile, tanto per dirne una a caso) e in modo totalmente gratuito, impiegavamo il nostro tempo per raccogliere le firme necessarie per avere non uno, ma ben tre referendum abrogativi, molte persone stipendiate profumatamente dai cittadini si intrattenevano in altri modi, piu' o meno legali. C'è chi si batte perchè non tornino le centrali nucleari e chi invece usa un volo di stato per andare a vedere una partita di calcio (pure brutta, tra l'altro). C'è chi si batte perchè l'acqua resti un bene comune e chi ribatte che a quelli di sinistra l'acqua non serve perchè tanto non si lavano. C'è chi si batte perchè la legge resti uguale per tutti e chi invece si sbatte diverse signorine (magari pure minorenni, dicevamo prima, sempre a caso), prima di metterle in parlamento (o in regione).

Sta a voi decidere chi vi rappresenta di più.

Chi si batte per i diritti di tutti o chi batte e basta. Perdonatemi per la brutalità, ma è davvero insostenibile sentire ogni giorno come siano derisi e non considerati tutti gli sforzi che abbiamo fatto e stiamo ancora facendo per eliminare queste tre leggi abominevoli! Il Referendum è un pilastro della democrazia, cercare di evitarlo, sconfessarlo e spingere i cittadini a non andare ad esprimere la loro opinione su qualcosa di cosi' importante è un atto gravissimo contro l'intera Nazione.


Avete sentito dire che il governo ha fatto marcia indietro sul Nucleare? NON E' VERO! Se non esprimiamo il nostro dissenso palesemente, cioè votando SI al referendum, il prossimo anno il programma nucleare riprenderà esattamente come ora lo stanno provvisoriamente lasciando.

Ricordate l'iniziativa No-Cleare, realizzata con Sara, Serena e Martina?

Non importa che la ricetta sia stupefacente, importa che ci aiutiate a diffondere l'iniziativa,
a pubblicizzare il Referendum che il nostro governo sta boicottando con tutti i mezzi a disposizione
(e sono davvero moltissimi!).
Fate un pesto con le erbe aromatiche del terrazzo, una frittata con le uova che vi regala qualcuno e gli asparagi che avete colto domenica, una pasta con il pelati che avete fatto quest'estate!
Prendete spunto dal Blog di Lisa, lo sapevate che si può cuocere l'uovo in lavastoviglie? ;-)

Contiamo su di voi!


12-13 Giugno
Scegli la Democrazia
Vai a Votare!



lunedì 2 maggio 2011

Di Principessa ce n'è Una..


Il fatto è che bisogna stare attenti con i paragoni. In questo periodo, in cui piu' che mai vorrei che una fatina impersonata da Grace Kelly accorresse in mio aiuto disegnandomi il vestito perfetto con scarpina coordinata, magari trasformando anche il MiticoBalu (leggi, il gatto) in uno choffeur astemio che ci riporti a casa dopo il matrimonio dei nostri amici, non posso proprio sentire che esista qualcuna che possa credersi alla sua altezza. Si signori, perchè di Principessa ce n'è una sola e non esiterà mai, ai miei occhi, favola piu' bella di quella di Grace. Cosi' come non esisterà mai piu' tanta grazia ed eleganza in una donna sola, nata dall'altra parte del mondo ma naturalmente destinata a diventare principessa. 


Ranieri fece di tutto per conoscere la bella americana, di passaggio in cote d'azur per le riprese di Caccia Al Ladro, ma quando fissarono un primo appuntamento fu proprio lui a disdire per altri impegni. Quando il principe chiese nuovamente di lei, Grace si presento a Monaco in modo tutt'altro che formale: un vestito a fiori , secondo lei per niente elegante, capelli ancora bagnati che aveva raccolto con dei fiori "rubati" in hotel. E fu praticamente amore a prima vista. Il viaggio in nave con tutta la famiglia, l'arrivo a Montecarlo pochi giorni prima di quello che resterà sempre il matrimonio piu' seguito della storia. 


Grace era praticamente all'apice della sua carriera di attrice, Hitchcock l'aveva eletta come sua musa e aveva già vinto un Oscar. Indimenticabile per me in La Finestra sul Cortile e in Alta Società, dove è semplicemente divina in qualsiasi scena, naturale e perfetta anche in quel meraviglioso vestito con l'ampia gonna bianca ricamata e il corpetto nero..Io ho una vera e propria venerazione per lei: ho visto questi film un milione di volte, quando ero piu' piccola e le mie amiche impazzivano per i bellocci di Hollywood io avevo già puntato il suo primo nipote, Andrea Casiraghi. Quando nel 2007 a Montecarlo è stata allestita per la prima volta una mostra dedicata a lei, con i suoi abiti, le sue foto e la sua storia, ho casualmente proposto di andarci in vacanza (il mio Lui mi ha persino accompagnato alla mostra, diventando uno dei maggiori esperti di Kellyology di questa zona :-) devo ammettere che mi ama davvero..) 



Il pomeriggio del 13 Settembre 1982 Grace era in auto con la figlia Stephanie, se guidasse lei o stesse davvero facendo guidare sua figlia adolescente, non lo sapremo mai. Ma proprio sulle stesse curve in cui corre in Caccia al Ladro, la Principessa ha un incidente al quale non sopravvive. Resta la sua favola, il suo mito, la sua inimitabile eleganza (e una bellissima borsa che porta il suo nome..).

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale