lunedì 30 agosto 2010

Appunti Fotografici&Gastronomici Estate 2010 # Villa Vignola - Vasto (CH)





E' proprio cosi', come abbiamo detto ieri chiudendo la porta di casa per andare via da questo posto: non impareremo mai. A separarci, ad andare via, a chiudere porte e cancelli e partire senza guardare indietro, senza vedere il mare che si allontana e i mattoncini gialli che spariscono infondo alla strada. Anche se c'è il maestrale che ti porta via, anche se ci si annoia, anche se di notte può capitare che non si dorma per il caldo (o per il treno...), arriva sempre il momento in cui ti trovi davanti un tramonto così, è ora di aprire il BarLume sul terrazzo e fare aperitivo fino a tardi :-) oppure è ora di prepararsi, prendere la macchina e andare a cena da Guido...

Vasto dista solo una ventina di chilometri dalla nostra casa ed è spesso la cornice di molte serate. Villa Vignola è ormai una tappa fissa delle nostre estati: i tavoli sono apparecchiati in un giardino che dà sul mare, da cui l'altra sera si vedeva la luna, piena e rossa che illuminava la piccola spiaggia.


foto dal sito di Villa Vignola

Solitamente le nostre cene spaziano tra i tanti sfiziosi antipasti che Guido ci propone, passano per un primo e si concludono strepitosamente con un dolce...questo il resoconto della visita di sabato scorso...

Carpaccio di Spigola e Finocchio

Essendo questo il mio antipasto preferito in assoluto,
non sono riuscita materialmente a fotografarlo :-D
la foto è "ufficiale" dal sito!


Insalata di Astice



Seppia, funghi e pecorino




Fiori di zucca fritti con bufala, alici e basilico





Gnocchi scampi e pomodorini



Torta crema e frutta

..in questo caso una torta intera, trattandosi di un compleanno speciale come i 40anni di ZioCoco'!



Villa Vignola - Ristorante & Residenza

S.S. 16 - Località Vignola 66054 Vasto (CH)

Tel.0873310050

Fax.08733110060

e-mail: villavignola@interfree.it

lunedì 23 agosto 2010

La crostata della Supermum



Io vorrei tanto sapere chi ha detto che le vacanze fanno bene. Le vacanze fanno male! Assaporiamo per 15 giorni (quando va bene) una vita fatta di relax, divertimento, riposo, buon cibo, mare e sole per poi tornare (almeno nel mio caso) a libri alti 15 piani e professori isterici, città bollenti e assenza di divertimenti e poi a sveglie alle 6 e altre cose a cui non voglio nemmeno pensare ora, per un anno intero. Ammettiamolo, è da sadici. Poi mi rendo conto che ogni fine agosto dico semprelestessecose, che non si puo' alletàmia non saper ancora affrontare in rientro alle proprie responsabilità e quindi è meglio che me ne sto zitta. Posso dire solo che tra un paio di settimane ho l'incontro con il prof per la tesi e mi tremano le gambe al solo pensiero? Posso dire che il mio lui se ne tornerà a Perugia tra due giorni e ci ricominceremo a vedere solo il finesettimana? Posso dire anche che tra un certo numero di giorni avrò questo esame indecifrabile e incomprensibile? Era meglio non dire niente...


Questa crostata se l'è inventata la Supermum al mare, simile a questa l'ha fatta addirittura in due versioni che possono essere declinate in modi infiniti. Non so se avete notato la scarsità per non dire la mancanza assoluta di dolci alla frutta in questo blog! Se si esclude la pavlova , qualche fragola e mela qua e là, questa crostata è una assoluta novità. Conoscete le percoche? Sono delle pesche gialle con la polpa compatta, profumata e dolcissima. La Supermum ha usato quelle di Vasto, riportate dal mare, perchè qui dalle nostre parti non si trovano cosi' buone. Sono il mio frutto preferito in assoluto, forse perchè legato in modo indissolubile al "ti sbuccio io la pesca?" che mia Nonna mi rivolge ogni volta che d'estate siamo a pranzo insieme... Mai comunque mi era capitato di farci un dolce, cosa che invece ha pensato la Supermum...



Crostata percoche e panna
per uno stampo da 28cm di diametro
4 percoche
3 uova
150ml panna fresca
1 limone
1 lime
vaniglia
2 cucchiai di zucchero

Sbucciate le percoche e affettatele molto sottili con una mandolina. Mettetele a macerare nel succo di limone e di lime, aggiungete la polpa della vaniglia, un cucchiaio di zucchero e mescolate bene. Aggiungete per profumare anche il baccello della vaniglia e lasciate insaporire.Accendete il forno a 180°. Stendete la pasta frolla e foderate lo stampo dopo averlo imburrato leggermente (noi usiamo burro leggermente sciolto e un pennello, secondo Montersino è essenziale per far cuocere bene il fondo delle crostate!), bucate il fondo con la forchetta, sistemate i bordi e mettete in frigo un quarto d'ora. In una boule sbattete le uova con la panna fresca e il resto dello zucchero, fino ad ottenere un composto omogeneo.Scolate bene le percoche dal liquido, eliminate il baccello della vaniglia e disponete le fettine in uno strato uniforme sul fondo della crostata. Cospargete con il composto di uova e panna (come fosse una quiche) e completate con la classica griglia da crostata. Cuocete per circa 35-40 minuti, tenendo d'occhio dopo mezz'ora la colorazione. Una volta fredda, sformatela e servitela cosparsa di cacao amaro.

ps: provate anche aggiungendo gocce di cioccolato fondente al composto di uova e panna...;-)


Venghino Signori Venghino! Vi ricordo infine che il termine del contest è stato spostato al 15Settembre, avete ancora tempo per cimentarvi nella vostra sfida personale, ma non troppo! Vi aspetto... e un grazie a chi nonostante la calura ha già mandato la sua ricettina...!

martedì 17 agosto 2010

Cous Cous Pollo, Verdure e Vacanze






Stamattina mi sono svegliata male. Come tutte le mattine che seguono il ritorno dal mare, del resto, da anni anni e anni. Nei giorni scorsi mi sono svegliata con il rumore delle onde, mi sono alzata e ho preso il caffè sul terrazzo, guardando quello che per me è il mare, con l'arietta fresca della mattina e quasi nessuno sulla spiaggia. Poi solo con costume, copricostume e infradito pochi passi per comprare giornali e cornetto per il mio lui che dormiva giusto un altro po' e solo 10-11 scalini per scendere sulla spiaggia... cosa si puo' volere di piu'? Magari di poterci trascorrere piu' di una sola settimana...E' il posto di cui vi ho gia' parlato e di cui vi parlerò ogni estate, il posto in cui arrivo, apro il cancello per entrare con la macchina e mi sento meglio, anzi, già quando inizio a vedere il mare dall'autostrada e inizio a contare i chilometri che mancano a casa inizio a sentire il sorriso che mi si allarga e mi devo sforzare per tenerlo a bada.. E poi arriva il giorno che si fa la strada al contrario, e ad accoglierti c'è una città deserta, che ti sveglia con le macchine invece che con le onde...e il primo pensiero è che quest'anno proprio di vacanze non ne hai fatte. Invece mi è andata meglio dell'anno scorso, infondo...


La settimana scorsa per 4 bellissimi giorni siamo stati a Gaeta, dove non ero mai stata e dove conto pero' di tornare. Non pensavo di trovare un mare cosi' pulito e spiagge cosi' belle, il paese, sopratutto la parte vecchia, mi è davvero piaciuto tantissimo e ho ancora il rimpianto di non aver avuto a disposizione una macchina fotografica decente...senza contare tutte le cose buonissime che ho mangiato...:-)

Cous Cous pollo&verdure
per 8 persone
400g couscous (io ho usato quello precotto)
3 zucchine
3 melanzane
1 peperone giallo
200g pomodorini
3 cosce di pollo
mezzo limone non trattato
rosmarino
olive nere
ricotta salata
basilico
olio ev
sale
pepe

Disossare le cosce di pollo e metterle a marinare per almeno mezz'ora con la buccia e il succo di limone, l'olio ev e il rosmarino. Tagliare le verdure a cubetti. Rosolarle separatamente in padella con l'olio ev, sale e pepe e mescolarle tutte in una boule con le olive e il basilico fresco. Aggiungere i pomodorini tagliati in quarti dopo aver tolto l'acqua e i semi e lasciare insaporire. Scaldare la bistecchiera o la griglia e cuocere il pollo dopo averlo scolato dalla marinata. Tagliare le olive a pezzetti e aggiungerle al resto. Preparare il couscous come indicato sulla confezione, sgranarlo bene con la forchetta e aggiungere le verdure. Quando il pollo è freddo, tagliarlo a tocchetti e aggiungerlo al couscous. Regolare di sale e di pepe, se necessario aggiungere olio a crudo e lasciare riposare. Servire con una grattata di ricotta salata.

Con questo piatto partecipo al contest de Il Gatto Goloso - Raccogliamo i Cereali!


LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte biscotti oggi non si mangia primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla confort food formaggio mandorle pasta di zucchero pistacchio ristoranti brunch frutta gnocchi home made insalate merenda noci pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia autunno basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme mousse pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca bicchierini burro cene condimenti creme etsy marmellata melanzane miele semifreddi trasferte Terni bloggheanno carote cioccolato bianco contorni crema fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa piccola pasticceria sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce broccoli cacao cannella carpaccio collaborazioni conserve creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena pasticceria peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale