domenica 30 maggio 2010

Cupcakes! Qual'è il vostro preferito?





Sempre cavalcando l'onda del "fare sempre le stesse cose", ieri pomeriggio mi sono presa 10 minuti per preparare dei mini-cupcakes per inaugurare la mia nuova alzatina lilla, regalo della Supermum. So che ci sarebbe stata meglio una crostata, ma in settimana ho avuto un brutto litigio con della pasta frolla al cioccolato e ho preferito orientarmi su una variante sul tema dei cupcakes, che tanto ci piacciono, ma di cui so veramente poco pur avendoli fatti tantissime volte. Volevo evitare infatti di cadere per millesima volta nel binomio limone+glassa (volevo...) e ho cercato praticamente ovunque ricette e ispirazioni senza trovare nulla di convincente. Volevo cambiare il gusto di base, ma anche il frosting e la decorazione e sono diventata matta tra ricette a base di formaggi cremosi, burro, quantità irripetibili di zucchero, panna e quant'altro. Al che ho pensato di fare qualche modifica alla ricetta base di Nigella, anche nel tentativo di allegerirla un po'e di usare qualche avanzo e il risultato è stato veramente soprendente, tanto da essere eletto nuovo impasto di base. Ho diminuito leggermente il burro e sostituito la farina normale con la farina di riso: non mi prendo meriti che non ho, ormai sono un'adepta di Luca Montersino e leggere i suoi libri è sempre un'illuminazione. Tempo fa ho fatto un pan di spagna con la farina di riso e sono rimasta vermente colpita, non pensavo che si ottenessero simili risultati. Non ci sono vantaggi in termini di calorie, ma la farina di riso, e di conseguenza tutto ciò che è preparato con essa, è piu' digeribile, leggera, e praticamente priva di grassi, oltre ad essere adatta in caso di celiachia e altre allergie, visto che non contiene glutine. E' perfetta anche per fare la crema pasticcera (addio sapore di farina)!

In ogni caso, i cupcakes sono un dolcetto semplice e veloce da preparare, quindi non voglio fare sempre lo stesso identico gusto! Quindi datemi qualche consiglio, qual'è il vostro cupcake preferito? Qual'è la ricetta del frosting perfetto? Mi intrigava qualcosa che avesse a che fare con il caramello, ma qualsiasi dritta o idea è ben accetta. Mi chiedevo anche se qualcuno avesse fatto una raccolta sul tema, o se qualcuno di voi conoscesse un libro-bibbia sull'argomento..:-) Questa è la mia ricetta definitiva, se limone-glassa non vi ha ancora stufato...

Cupcakes vaniglia, limone e cioccolato bianco
(per circa 30minicupacakes)

125g farina di riso
90g burro morbido
70g cioccolato bianco
60g zucchero alla vaniglia
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato
1 limone non trattato
2 uova
3-4 cucchiai di latte scremato

per la ghiaccia reale:
1 albume fresco
200g zucchero a velo

Lo zucchero alla vaniglia si prepara mettendo in un vaso di vetro zucchero semolato e semini di vaniglia, ogni volta che usate la vaniglia e che vi rimane il baccello invece di buttarlo aggiungetelo al vostro barattolo!
Accendete il forno, statico, a 200°.Nella ciotola dell'impastatore (o in una ciotola qualsiasi se fate a mano) setacciate la farina con bicarbonato e lievito, aggiungete lo zucchero alla vaniglia e la buccia del limone grattugiata.Fate andare la macchina con la frusta per montare e aggiungete il cioccolato bianco sciolto a bagnomaria, il burro morbido e il succo di limone. Fate montare, e solo alla fine aggiungete il latte, per ottenere un composto soffice ma sostenuto.
Mettete i pirottini di carta nello stampo e riempiteli fino a pochi millimetri sotto il bordo (i miei pirottini erano piuttosto piccoli, ma credo che con stampi di dimensioni standard ci si debba tenere almeno un cm sotto il bordo), infornate per circa 15 minuti. Fateli raffreddare completamente e preparate la ghiaccia reale montando l'albume e aggiungendo gradatamente lo zucchero a velo, piu' montate, piu' diventa corposa, mettete nel sac a poche con bocchetta a stella e decorate la sommità di ogni cupcake.

venerdì 21 maggio 2010

Invito a...un contest!


Qualche giorno fa, ho ricevuto una mail di Bibliotheca Culinaria, la solita newsletter che magari anche molti di voi ricevono, con i loro prodotti, le promozioni e via dicendo. Questa volta però, era diversa: sosteneva infatti che ogni famiglia ruota in media tra 30-35 piatti, in sostanza, che cuciniamo sempre le stesse cose. Ad una prima scettica alzata di sopracciglia, prepotenti mi si sono parati davanti agli occhi i miei gnocchi di ricotta, fatti e proposti in millemila varianti, ma sempre della stessa ricetta si tratta... Andando avanti a leggere ho pensato che è proprio vero, anche quando invito qualcuno a cena, parto con tante idee rivoluzionare e poi penso che magari è meglio andare "sul sicuro". E poi ho visualizzato gli stampini di alluminio per creme caramel mai usati e ancora impilati con la carta tra uno e l'altro, il sifone tranquillamente accomodato nel ripiano piu' in alto, tutti quei segnalibri alle ricette da provare "prima o poi", tutti gli appunti presi durante i programmi di Montersino e Santin...

Vi riconoscete anche voi?

Ma si, certo che qualcosa di nuovo lo proviamo sempre, ma nei nostri blog ci sono piu' ricette collaudate o piu' brillanti tentativi di autosorprendersi? Il punto della mail era proprio questo, "l'arte di sorprendersi", perchè certo che se invitate qualcuno che il vostro brasato non l'ha mai mangiato sarà piacevolmente sorpreso da quanto vi è venuto bene, ma voi che sapevate di essere in grado di farlo, proprio perchè era una ricetta collaudata...di certo non lo sarete!:-)

E allora...

Armatevi di coraggio e buona volontà, tirate fuori stampi, stampini, sifoni e libri che sfogliate con gli occhi spalancati: realizzate proprio quella ricetta che avreste sempre voluto provare ma che non avete mai osato fare davvero, per paura o per mancanza di tempo poco importa, il momento di cucinarla è arrivato!

Dopo di che...

Fate una bella foto, pubblicatela sul blog (se lo avete) con il bannerino, e poi inviate tutto via mail a lasfidacupdz@gmail.com entro la mezzanotte del 15Settembre2010

...quindi la scusa "non ho proprio tempo" non attacca davvero! :-)

E non è finita qui...

Tutte le ricette verranno inserite in un pdf che ognuno di voi riceverà, e sopratutto ci sarà un vincitore al quale invierò un bellissimo libro di Bibliotheca Culinaria (che sceglierò e che vedrete in corso d'opera!).

Vi basta per accettare la sfida? ;-)



1.Matrioska89 con la sua Charlotte estiva
3.Stefy e Rosi con la Torta Setteveli
5.Jelly con la sua Campton Place Coffee Cake
7.Ambra con il Bento Box
8. Anna con i suoi Onigiri
9. Francesca si è cimentata nella Delizia Al Limone
14.Paola con i suoi Arancini di Riso
16.Mary e il Camembert home made
17.Francesca con la Pizza pere e brie
18. Marika e il suo Sempreverde
19.Zucchero e Farina con la Lasagna Cotto e Scamorza
20.Carlotta&Valentina con il loro Boeuf Bourguignon
21. Chiara con i suoi Croissant au beurre

sabato 8 maggio 2010

Biscotti Nocciole e Limone



L'ultimo post risale a poco piu' di un mese fa...! Nel frattempo ho compiuto 25 anni per la seconda volta (e non ho avuto nemmeno il tempo di farmi gli auguri!), ho debellato un raffreddore cosmico in soli 25 giorni (mai sottovalutare la comodita' di respirare con il naso!), ho fatto una capatina milanotorino (che ha consolidato il mio amore) e un paio di esami. In piu' avendo cominciato i tirocini tutte le mattine mi sveglio all'alba e mi metto in macchina senza sapere quando tornero', il che rende impossibile preparare qualcosa di sfizioso o concepire tre parole da mettere in fila per scrivere un post. Ieri pomeriggio pero' per smaltire il nervoso e la stanchezza della settimana mi sono messa a impastare questi biscottini: le nocciole le ho comprate a Torino, con tutto il rispetto per tutte le nocciole del mondo, le piemontesi non hanno rivali, quando le vedo nel barattolo di vetro che ho comprato a Eataly non posso proprio fare a meno di usarle. Con parsimonia pero' che Torino è un po' lontana (per ora...) e non posso mica andarci ogni volta che le finisco...!


Biscotti Limone e Nocciole

250g farina
150g burro
75g zucchero
100g nocciole tostate
2 limoni (la buccia)
3 tuorli
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale

per decorare: pasta di zucchero


Mettere nell'impastatore (o a fontana) la farina e tre quarti dello zucchero. Nel mixer tritate le nocciole non troppo fini, con il resto dello zucchero e la buccia di limone e aggiungetelo alla farina con il lievito e il sale. Azionate la macchina e aggiungete il burro morbido (basta mezz'ora fuori dal frigo) a pezzetti poco alla volta e infine i tuorli. Appiattite la pasta tra due fogli di carta forno e mettete in frigorifero almeno mezz'ora. Accendete il forno a 200°, prendete la pasta e tagliate i biscotti delle forme che preferite, disponeteli su delle teglie rivestite di carta da forno e metteteli di nuovo in frigorifero per 20 minuti/mezz'ora. Infornate per 5 minuti e poi abbassate a 180° fino a quando non risulteranno dorati e ancora morbidi al tatto (sollevandoli vedrete che sotto sono ben cotti). Lasciateli freddare e cominciate con la decorazione.

Avevo ancora un po' di pasta di zucchero delle uova di pasqua, che fatta in casa non si conserva in eterno, quindi l'ho stesa piu' sottile possibile e l'ho tagliata con le stesse formine dei biscotti, per attaccarla bene sarebbe l'ideale un po' di ghiaccia reale o di crema al burro, ma qui ho usato solo dell'acqua.

Altre idee per decorare? Glassa semplice al limone, ghiaccia reale, cioccolato temperato (magari bianco!) e granella di nocciole...

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale