sabato 21 marzo 2009

Pre-Diet Blog


Siamo cosi' dolcemente complicate
sempre piu' emozionate, delicate...

 Settimana difficile, quella passata, ma sicuramente meno di quella in arrivo, cambiera' poco, visto che tanto l'attivita' principale sara' sempre la stessa. La pesantezza è data piu' che altro dalla mia testolina, che vaga, viaggia, gira...sogna. Non mi era mai capitato di fare lo stesso sogno per 21 giorni di fila... E quel sogno ha influenzato tutti i miei progetti di vita, o meglio, è stata una conferma di quello che gia' avevo deciso di fare nel giro di un anno. Poi ogni giorno mi è sembrato di raccogliere segni, indizi, coincidenze che mi mandavano e mi mandano sempre nella stessa direzione. Ma ci vuole pazienza nella vita, volere tutto subito non porta mai da nessuna parte: le cose bisogna guadagnarsele, conquistarle vincendo le piccole e grandi sfide quotidiane, giorno per giorno, mattone su mattone. Costruire la propria strada è tutt'altro che facile, tutta un'altra cosa rispetto all'immaginare e il progettare come vorresti che sia, che invece è facilissimo. Ma c'è un segreto per costruirla al meglio? Le istruzioni,quelle immagino di no. Consigli li prendo dalle persone che ho intorno, quelle che sono riuscite a diventare quello che volevano diventare, nel modo in cui volevano diventarlo.  Ma io, io saro' capace?

Come? Si si, il diet blog sara' attivo dalla prossima settimana, preparatevi perchè dal giorno 25 si entrera' ufficialmente nella stagione del Diet Light Blog, quindi provate, sperimentate, contate le calorie, leggete le regole. Eh? La ricetta, eh no che non ci rientra! Ma posso spiegare! Lo giuro!

Come vedrete as soon as possible su Zucchero a Domicilio, scorsa settimana c'è stata una grande cena ad opera sopratutto della supermum (ora in trasferta in una citta' favolosa, tanto favolosa che ospita, tra gli altri, Lei e...Lei!Due ottimi motivi per viverci!) e una confezione di panna giaceva nel frigo... Visto che il mio lui ama molto la panna cotta, al contrario di me, che la detesto abbastanza, ho pensato di farlo contento, ma provando una ricettina vista tempo fa dalla Sig.ra Illustrissima Sapina, per renderla piu' soffice e meno budinosa. Tattica azzeccata, perfetta, che ha ricucito il mio rapporto con la panna cotta. 

Mousse di panna cotta 
500ml panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo
un baccello di vaniglia
2 fogli di colla di pesce (4gr)
nutella qb

In un pentolino far scaldare meta' della panna con lo zucchero a velo e la vaniglia, togliendo dal fuoco prima del bollore. Nel frattempo ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda, strizzarla bene e aggiungerla alla panna calda. Far raffreddare per una ventina di minuti, poi montare il resto della panna ed aggiungere a filo la parte liquida, passandola con un colino e mescolando con una spatola dall'alto verso il basso. Trasferirla in coppette, stampini monoporzione o bicchieri o in uno stampo unico e riporla in frigo almeno 3 ore. Prima di  consumare, cospargere la superficie con la nutella, cioccolato fuso, caramello, coulis di frutta o cio' che piu' vi aggrada! 



lunedì 2 marzo 2009

Polpettone In Crosta con invito a Diet Blog!



Ho gia scritto un paio di volte che odio il lunedi? Questo è iniziato nel peggiore dei modi, avevo gia' previsto in questa data l'inizio della ormai solita remise en forme di primavera, quindi già le premesse non erano buone. Aggiungeteci che dopo 3 giorni di quasi, appunto, primavera (che sulla carta dovrebbe essere in arrivo) è di colpo tornato l'inverno, una bella discussione di prima mattina, una notizia di plagio degli gnocchi alla parigina, un altro esame troppo vicino... 
A proposito del plagio, giusto due parole ( e scusate, ma quandocevocevo'): che palle! Ringrazio fiordisale per avermi avvertita, sono andata sul grazioso sito plagiatore che ora recita anche il tanto ambito ruolo della vittima, facendo comparire improvvisamente in un modo che ha del miracoloso il nome del mio blog! Ma guarda il caso! Quindi stelladisale e fiordisale sono improvvisamente impazzite a scrivere di una blogger che usa foto di altri in modo inappropriato? Eh No.:-) Anche perchè se hai intenzione di citare la fonte non c'è alcun bisogno di tagliuzzare la foto oltre la scritta "con un poco di zucchero" (che tra l'altro non sembrano nemmeno piu' gnocchi alla parigina, poveri!).
 Detto questo, vi preannuncio l'imminente trasformazione del presente blog in dietlightblog. Anzi a tal proposito sarebbe il caso di aprire un contest, che ne dite? 



Vi avverto che le regole sono ferree come una vera dieta chiede:
  • sono concessi solo due cucchiaini di olio evo a crudo
  • la pietanza puo' contenere verdura a volonta' (escluse patate!)
  • puo' contenere carne O pesce O formaggio magro O prosciutto/bresaola O uova
  • sono ammessi dolci, ma solo ipocalorici!
  • la pasta è concessa come piatto unico e solo con verdura
Si puo' partecipare a tempo praticamente indeterminato, inserite il banner, mi fate sapere e vi inserisco nel post dedicato! Mi raccomando partecipate numerosi!

Ma passiamo alla ricetta che tutto è tranne light, eheh, del Polpettone...

Polpettone saporito in crosta
  • 600g carne macinata (la mia era di vitello)
  • 1 uovo + 1 uovo per spennellare 
  • mollica di pane q.b. (circa un terzo del peso della carne)
  • uno spicchio d'aglio
  • erbe aromatiche a piacere
  • due zucchine grandi 
  • 100g pancetta tesa tagliata sottile
  • 30g pistacchi di Bronte
  • sale, pepe
  • un rotolo di pasta sfoglia
Preparate l'impasto di base: alla carne macinata aggiungete l'uovo intero, sale e pepe, l'aglio tritato finemente con le erbette, impastate con le mani per ottenere un composto omogeneo e aggiungete un po' alla volta la mollica di pane precedentemente ammollata in un po' di latte e ben strizzata. Lasciate riposare in frigo per un paio d'ore. Sul piano di lavoro stendete un foglio di pellicola, ponete la carne e sopra di nuovo la pellicola: con il matterello stendete un rettangolo piu' o meno regolare e rimuovete la pellicola. Disponete sulla carne le fettine di pancetta e poi una zucchina tagliata nel senso della lunghezza, completate con i pistacchi e, aiutandovi con la pellicola arrotolate il polpettone dal lato corto. Rimuovete la pellicola e avvolgetelo nella carta da forno: fatelo cuocere a 180° per circa 50 minuti. Nel frattempo scaldate un cucchiaio d'olio in una padella e lasciate rosolare per un minuto l'altra zucchina, tagliata sempre nel senso della lunghezza, facendo attenzione a non rompere i nastri. Salate, e fate cuocere altri 3 minuti. Lasciate raffreddare, sia le zucchine che il polpettone, poi sistemate le zucchine a mo' di griglia sulla carne (come in foto qui sotto) .

Ponetelo sulla sfoglia e chiudetelo a baule, facendo aderire bene i bordi tra loro. Con un coltello affilato incidete la superficie come preferite, spennellate con l'uovo sbattuto e infornate a 250° per 20-30 minuti, controllando che la sfoglia sia ben cotta anche sotto. 

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale