mercoledì 20 febbraio 2008

Nel dubbio..




A discapito della mia passione per i dolci, sto postando un'altra ricetta salata..sarà perchè come sempre vivo in mezzo ai miei cari libri, sarà perchè il barattolo della Nutella è molto piu' comodo e rapido per la sopravvivenza quotidiana, sarà perchè non ho molta voglia di scrivere, parlare, uff.. Ormai ho perso il conto di quante volte, rimanendo a bocca aperta e con gli occhi sgranati davanti all'ennesima scorrettezza ( quando va bene) o pugnalata (quando va male...) di qualcuno che credevo amico o quasi, mi sono detta: "eh, no!questa era l'ultima volta, lo so di chi posso fidarmi adesso!". Ebbene, non è vero. Sono una gran bugiarda. Non lo so, non lo capiro' mai. Questo fine settimana non è stato un granchè, ho purtroppo rincontrato persone che mi hanno fatto molto male e che non hanno mai fatto niente per rimediare, persone che ho imparato a ignorare ma che ritrovarmi davanti mi fa sempre un certo effetto. Un po' di disgusto forse, per aver dedicato tanto tempo, energie, sentimenti ad amicizie che non meritavano. A persone che hanno usato le mie confidenze per ferirmi, che hanno dimenticato le volte in cui sono uscita in piena notte per andarle a confortare, per aiutare loro e loro famiglie. Non si tratta di recriminazioni, sono cose che penso ma che non ho mai detto loro, perchè non sono il tipo che rinfaccia, perchè le rifarei, perchè non è questo che mi ferisce. Penso di essere cmq stata brava a comportarmi con indifferenza al momento opportuno, ma la delusione rimane. L'inizio della settimana è stato anche peggiore,il mio esame non è andato come speravo (ennesima conferma del fatto che queste persone portano sfiga!) e i miei programmi sono stati un po' sballottati. Pero' come sempre, stringere i denti e andare avanti. Per un po' non scriverò. Almeno Credo.


Spezzatino agrodolce con mandorle e purè

ingredienti per 2

un petto di pollo o di tacchino da 500-600 g

un cucchiaio di miele

un cucchiaino di aceto balsamico

20g burro

un pugno di mandorle pelate

sale,pepe, farina

un bicchiere di brodo




tagliate il petto a cubotti, mettetelo in una boule e aggiugete sale, pepe e se vi piacciono erbe aromatiche tritate. copritelo e mettetelo al fresco per una mezz'ora. In una padella grande mettete a sciogliere il miele, aggiungete l'aceto balsamico e il burro. In una padellina antiaderente mettete a tostare qualche minuto le mandorle, facendo attenzione a non bruciarle ( se preferite e avete piu' tempo potete tostarle anche in forno). passate rapidamente nella farina la carne e poi fatela rosolare nella padella con il burro e gli altri ingredienti, per qualche minuto. Aggiungete il brodo, coprite e lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco basso, aggiungendo le mandorle a metà cottura. Accompagnate con il purè condito con un po' di parmigiano e abbondante fondo di cottura!

venerdì 15 febbraio 2008

La cognizione del tempo




Prima o poi ci rimetterò in salute. Vorrei tanto essere una di quelle che si fanno scivolare addosso le cose, gli eventi, le angosce, i problemi. Invece mi comporto come una cassa di risonanza: sono capace di amplificare in negativo tutto quello che succede, o peggio, che potrebbe succedere. Ogni giorno nella mia testa passano talmente tante cose, pensieri, progetti, paure, speranze che comincio a farmi un'idea sull'origine delle mie emicranie devastanti. Oggi (che non so bene che giorno è, quando è festa il giorno dopo sono sempre convinta che sia lunedi..e io ODIO il lunedì!!) in attesa dei risultati dell'ultimo scritto, si comincia a preparare un altro esame. Su, un respiro e si riparte...


Farfalle di Gragnano con porri, agrumi e speck (per 2 persone)


2 porri non tanto grandi

la scorza di un limone piccolo e mezzo mandarino

50g speck

uno spicchio d'aglio

olio, sale e pepe

parmigiano grattugiato


ho tolto la radice e la parte troppo verde ai porri, ho eliminato lo strato esterno piu' duro. Li ho tagliati sottili e messi in una padella dove avevo fatto imbiondire l'aglio con 2 cucchiai d'olio. Ho salato i porri , aggiunto un mestolo di acqua di cottura della pasta, e portato a cottura. Nel frattempo ho lavato bene un limone non trattato e un mandarino e ho preso con il pelapatate la scorza, facendo attenzione a lasciare la parte bianca. Ho fatto uno zest molto sottile e poi o tritato tutto a coltello. Quando i porri erano cotti ho aggiunto gli agrumi nella padella. Ho scolato la pasta e l'ho saltata con il condimento, aggiungendo 2 cucchiai di parmigiano grattugiato e un pò d'acqua di cottura per avere quasi una crema. Alla fine ho aggiunto lo speck a julienne e abbondante pepe nero macinato.

giovedì 14 febbraio 2008

Una canzone per San Valentino

Premetto che sono spudoratamente di parte. Io lo adoro da quando cantava "Sei come la mia moto, sei proprio come lei" sbarbatello diciottenne col cappellino al contrario. Sono cresciuta con le sue canzoni, ho iniziato a pensare alle cose serie piu' o meno quando lui ha iniziato a parlarne con la sua musica. Ma questo è il suo album migliore, un capolavoro dopo l'altro, ogni traccia mi porta al punto di commuovermi. Lorenzo riesce a parlare d'amore in modo così fresco e spontaneo e allo stesso tempo cosi' profondo e importante che ti chiedi come possano parole cosi' semplici darti un'emozione cosi' forte. Il principe azzurro non è quello descritto ironicamente qui, è quello che ti scrive una canzone del genere, o che te la dedica perchè sente le stesse identiche cose per te. Quello che ti dice: hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu', non ti piaci mai ma sei una meraviglia,sei il mio amore grande e il mio grande amore. Anche se non l'avete mai sentita, leggetela, fermatevi sulle parole che almeno una volta nella vita avreste voluto scrivere o dire o pensare voi. Regalatevi uno dei dischi piu' belli degli ultimi dieci anni..

"A te che sei l'unica al mondo L'unica ragione Per arrivare fino in fondo Ad ogni mio respiro Quando ti guardo dopo un giorno pieno di parole Senza che tu mi dica niente Tutto si fa chiaro A te che mi hai trovato all'angolo coi pugni chiusi Con le mie spalle contro il muro Pronto a difendermi Con gli occhi bassi stavo in fila con i disillusi Tu mi hai raccolto come un gatto E mi hai portato con te A te io canto una canzone Perchè non ho altro Niente di meglio da offrirti Di tutto quello che ho Prendi il mio tempo e la magia che con un solo salto Ci fa volare dentro all'aria Come bollicine A te che sei Semplicemente sei Sostanza dei giorni miei Sostanza dei sogni miei A te che sei il mio grande amore Ed il mio amore grande A te che hai preso la mia vita E ne hai fatto molto di più A te che hai dato senso al tempo Senza misurarlo A te che sei il mio amore grande Ed il mio grande amore A te che io ti ho visto piangere nella mia mano Fragile che potevo ucciderti Stringendoti un pò E poi ti ho visto con la forza di un aeroplano Prendere in mano la tua vita E trascinarla in salvo A te che mi hai insegnato i sogni E l'arte dell'avventura A te che credi nel coraggio E anche nella paura A te che sei la miglior cosa Che mi sia successa A te che cambi tutti i giorni E resti sempre la stessa A te che sei Semplicemente sei Sostanza dei giorni miei Sostanza dei sogni miei A te che sei Essenzialmente sei Sostanza dei sogni miei Sostanza dei giorni miei A te che non ti piaci mai E sei una meraviglia Le forze della natura si concentrano in te Che sei una roccia sei una pianta sei un uragano Sei l'orizzonte che mi accoglie quando mi allontano A te che sei l'unica amica Che io posso avere L'unico amore che vorrei Se io non ti avessi con me A te che hai reso la mia vita Bella da morire Che riesci a render la fatica Un immenso piacere A te che sei il mio grande amore Ed il mio amore grande A te che hai preso la mia vita E ne hai fatto molto di più A te che hai dato senso al tempo Senza misurarlo A te che sei il mio amore grande Ed il mio grande amore A te che sei Semplicemente sei Sostanza dei giorni miei Sostanza dei sogni miei A te che sei Semplicemente sei Compagna dei giorni miei Sostanza dei sogni miei"

martedì 12 febbraio 2008

Zucchine ripiene



Oggi mi sono resa conto che ho mille cose da postare e poca voglia di chiacchierare. E' quasi ora di cena, finalmente questa giornata finisce e domani se ne riparla. Pero' ero molto orgogliosa delle mie zucchine e quindi eccole qua...

ingredienti


4 zucchine tonde


1 uovo


5-6cucchiai di parmiggiano grattugiato


sale pepe


olio extravergine



accendere il forno a 200°.lavare e asciugare le zucchine, poi privarle della calotta e svuotarle con un coltellino sottile e un cucchiaino, facendo molta attenzione a non romperle.Salare e pepare l'interno delle zucchine, porle in una pirofila e infornarle.Mettete nel forno, a parte, anche le calotte.Nel frattempo tagliare la polpa delle zucchine a cubetti e passarla in padella con un cucchiaio d'olio,regolando di sale e di pepe durante la cottura. Trasferirla in una ciotola e schiacciarla con una forchetta, aggiungendo qualche foglia di basilico o un cucchiaino di pesto. Aggiungete poi un uovo e mescolate finchè non si è assorbito. Aggiungere poi il parmigiano un cucchiaio alla volta, al fine di ottenere una crema piuttosto densa. Prendete ora le zucchine dal forno, scolate l'acqua che si è formata al loro interno ( potete asciugarle con un po' di carta assorbente) e riempitele con il composto per 3/4. coprite con le calotte e infornate per almeno 30 minuti abbassando la temperatura del forno a 180°.


lunedì 11 febbraio 2008

Un abbinamento da Dio!


E' notte alta e sono sveglia..insomma, tanto alta no, pero' quando cominci a studiare alle 9 di mattina e a un certo punto dici: ao, basta, so troppo stanca..ma che ora e'?Ah, mezzanotte... Bene. Mi sono resa conto che stavo facendo la gnorry da un po' troppo per quanto riguardava il meme che mi ha lanciato Grazia...nato da una frase tratta dal libro Gola di John Lanchester:
“In altre parole la ricetta suddetta dimostra che agnello e albicocche sono una di quelle combinazioni coesistenti da sempre in un rapporto che non è di semplice complementarietà ma sembra partecipe di un più alto ordine di ineluttabilità: un gusto nella mente di Dio. Simili accostamenti possiedono la qualità di una scoperta logica: bacon e uova, riso e salsa di soia, Sauternes e foie gras, tartufi bianchi e tagliolini, steak-frites, fragole e panna, agnello e aglio, Armagnac e prugne, zuppa di pesce e rouille, pollo e funghi.”
Bisognerà pensare a ben 15 abbinamenti perfetti...oddio quant'è difficile..
1. pistacchio e cioccolato
2.finocchio e arancia
3.senape e wurstel
4.uova strapazzate e tartufo nero
5. hamburger e bacon
6.maionese e patate fritte
7.formaggio e confettura
8.pomodori e basilico
9.tonno crudo e zenzero
10.gelato alla vaniglia e aceto balsamico
11.cioccolato e cannella
12.ostriche e champagne
13.nocciole e nutella
14.zucca e guanciale
15.fois gras e pan brioche
che fatica. passatemi il cioccolato ripetuto un paio di volte...:)
saro' l'ultima a farlo quindi passo la palla a chiunque non l'abbia ancora fatto... (Elisaaaaaa...)

mercoledì 6 febbraio 2008

Il carpaccio originale...!



Mannaggia...stamattina proprio non carburo!Sveglia dalle 8, ancora non concludo niente...Mi distrae questo cielo azzurro azzurro che mancava da qualche giorno, neanche una nuvola e le mie montagne tutte intorno alla città...Non sembra nemmeno tanto freddo.. Questa settimana doveva essere un'altra settimana di studio matto e disperato, invece sabato lui mi ha detto che non sarebbe andato a Perugia questa settimana. Certo che studio lo stesso, ma quant'è bello averlo qui ogni giorno? Ci siamo sempre detti che stare un po' lontani quei 4 giorni a settimana è sempre stata la forza del nostro rapporto, che se avessi fatto l'università nella stessa città in cui la fa lui ci saremmo gia' lasciati da tempo..Invece..Invece vederci ogni giorno è veramente bello, non ho ancora mai pensato di strozzarlo a mani nude, e vi assicuro che non è poco! Per cui stamattina che è andato a Lugano per lavoro, un po'..mi manca.Solo un po' eh, sia chiaro! Ho pensato a come potrebbe essere il futuro se...Ma no, niente su.. Passiamo al carpaccio! Come dice il titolo, è davvero molto originale vero?! Se potessi, mangerei sempre tutto crudo. Cuocio carne e pesce pochissimo, quando è possibile non li cuocio proprio. Il crudo di pesce mi manda in visibilio, peccato non sia sempre reperibile il pesce freschissimo qui nell'entroterra!Ostriche, tartufi,scampi, fasolari..che bontà!Ultimamente mangio anche quintali di verdure crude, finocchi, sedano,carciofi...Insomma questo carpaccio di manzo è di una banalità unica: le fettine chiaramente devono essere sottilissime, si dispongono sul piatto e si mette sale e pepe. Sopra io metto: un'insalatina verde (songino e/o rucola), verdura croccante (sedano, finocchio o peperone giallo, a julienne o a cubetti) oppure un carciofo crudo tagliato sottile opppure uno champignon. Si conclude con le classiche scaglie di grana e poi con la vinagrette, che io preparo così: un cucchiaio di olio d'oliva, limone, scorza di limone grattugiata. Poi prendo due pezzetti di zenzero fresco, uno lo schiaccio per estrarne il succo e l'altro lo taglio prima a fettine sottilissime e poi a julienne, sempre molto sottile. Aggiungo al condimento, mescolo velocemente con una frustina, regolo di sale e pepe, condisco e voilà. E' perfetto il giorno dopo una grande mangiata, fa sentire piu' leggeri! Vi consiglio comunque di provare il condimento anche per l'insalata piu' classica!



ps: avete visto lo slideshow con le collane? che ne pensate? oggi pomeriggio andrò a proporle in un negozio...speriamo che piacciano...!

martedì 5 febbraio 2008

The Sacher Moment




E va bene, non c'è tanto da vantarsi per questo esemplare di Sacher, però quando è arrivato il mio lui e gliela ho fatta vedere mi ha detto: "Dai, potevi dirmelo che la compravi, ci andavo io in pasticceria!" Dite che deve andare a farsi dare una controllata alla vista? Nooooo! Dunque, secondo me non è assulutamente perfetta, anzi è molto lontana dall'esserlo...però...mi è venuta tutta bella compatta, per la prima volta; non si è alzata nè abbassata al centro, per la prima volta; è cresciuta uniformemente, per la prima volta. E fin qui tutto ok. L'ho sformata, l'ho tagliata, ho fatto uno strato con la confettura di albicocche, l'ho messa anche su tutta la superficie. Anche la glassa non è venuta male, solo non era tanto lucida...Pero' era veramente buona, tutti l'hanno spazzolata e l'aspetto verrà perfezionato...su! Ho provato innumerevoli ricette e questa è la migliore, un mezzo incrocio tra quella che fa Santin e una presa da una rivista...



ingredienti:
300g burro
120g zucchero a velo
450g cioccolato fondente
8 tuorli
8 albumi
140g farina
8g lievito
140g farina di mandorle
150g zucchero semolato



mettere il cioccolato a sciogliere a bagno maria e lavorare il burro morbido fino ad ottenere burro pomata. Aggiungere il burro al cioccolato poco alla volta, e poi i tuorli, aspettando che il composto ne assorba uno prima di aggiungere il successivo. Incorporare lo succhero a velo setacciato e poi le farine e il lievito ( il lievito è nella ricetta di Santin), sempre setacciati. Fate riposare il composto e nel frattempo montate gli albumi con lo zucchero semolato, mettendone circa la metà all'inizio e poi aggiungendolo un po' alla volta mentre montano. Aggiungere gli albumi al composto di cioccolato, poco alla volta, mescolando dal basso verso l'alto. Foderate il fondo di uno stampo a cerniera da 28cm con un foglio di carta da forno, trasferite l'impasto nello stampo e in forno caldo a 180° per circa un'ora. Fate comunque la prova dello stecchino che deve uscire asciutto.




per la glassa, le ricette che ho trovato prevedevano l'aggiunta di uno sciroppo di zucchero al cioccolato fondente. non me la sono sentita. so che le ricette vanno seguite scientificamente, ma altro zucchero no! Per cui ho semplicemente sciolto 350g di cioccolato fondente con circa 3 cucchiai di acqua calda, avrei aggiunto del burro per lucidare ma non ne avevo piu'! La cosa piu' divertente è stata riempire un conetto di carta da forno con il cioccolato e poi scrivere Sacher...:)



domenica 3 febbraio 2008

You make my day Award

Che domenica uggiosa! Giornata completamente persa dietro il vano tentativo di riprendermi dalla serata di ieri..Pare che non si possa dire agli amici che hai passato un esame che subito si presentano con innumerevoli bottiglie di vino! Se poi la cena organizzata ruotava intorno ad una fondue bourgignonne (due chili e mezzo di carne per 8 persone...) con una serie di salsette a base di aglio, scalogno, senape, erbette varie e chi piu' ne ha piu' ne metta, un teglione di patate al forno e insalatina di spinaci, grana e pinoli...una sacher con la panna per finire.. E tanti, forse troppi, brindisi! Per cui visto che di cucinare oggi non se ne parla, al massimo piu' tardi mi concedo un'insalatina di finocchi e arancia, ho pensato che era il giorno giusto per riceve e conferire il you make my day award...un premio simpatico e anche un po' lusinghiero, che ha scelto di darmi stefano.. che ringrazio ufficialmente! Questo il comando: "Dai il premio a 10 persone che hanno un blog capace di trasmetterti gioia ed ispirazione, un blog che ti faccia sentire bene quando lo visiti. Fai sapere a queste persone di averlo vinto lasciando un commento sul loro blog. Attenzione: puoi vincerlo più volte!".




so che lo hanno gia' ricevuto piu' o meno tutti pero' è sicuramente bello riceverlo piu' volte no??


and the winner is..




alex e mari:dalla prima volta che sono capitata su cuoche dell'altro mondo, sono rimasta assolutamente estusiasta del fatto che due amiche che la vita aveva portato in due diverse parti del mondo si tenessero unite tramite il loro bellissimo blog...poi quelle foto sempre bellissime, le idee, le ricette...assolutamente fantastiche!!!


lory:e ora come lo spiego il perchè a parole? Perchè lory è vera, lo capisci dalle foto di quel che cucina, dalle storie che condivide con te quando ti racconta la ricetta, dal modo con cui commenta quel che scrivi..mi sembra di conoscerla davvero e da tempo anche se in realta' non è cosi! Sei unica lory!!


grazia:una persona assolutamente favolosa!uno scambio di battute con grazia riesce sempre a strapparmi un sorriso!


stella di sale: ogni volta che vado a sbirciare resto sempre a bocca aperta, ha sempre delle idee grandiose, originalissime, eleganti...e poi lei fa sembrare tutto facilissimo!


elisa basilico &co: perchè io e elisa siamo molto simili, sempre iperattive e a pasticciare qualcosa di nuovo, spesso per lui..mi piace leggere quello che scrive perchè spesso mi ritrovo in lei!


la cilieginasulla torta: tuki è strabrava, vorrei saper fare i dolci come lei, fare le foto come lei..o almeno assaggiare quel che prepara!!mi accontento curiosando tra le sue pagine ogni giorno..


adina:prima sono rimasta affascinata dalle foto, sempre bellissime, poi dalle parole e dai pensieri, poi da lei! una gran donna secondo me, si si...
daniela: è il primo blog in assoluto che ho conosciuto, per questo sono molto affezionata a senza panna, dove tra l'altro ho sempre qualcosa da imparare!!dani con me poi è sempre tanto carina!

sere:non ho parole per Sere, non capite, lei sa fare il sushi!!!e ancora tante tante altre cose, che prima o poi provero' a fare..

coco:non ho ancora trovato il coraggio per fare i suoi macarons, ma ogni volta che passo su sale e pepe quanto basta c'è qualcosa che mangerei volentierissimo!



mamma mia che fatica! ci ho messo due giorni a scegliere dieci blog tra quelli che ho linkato qui a lato, è stato difficilissimo perchè quando ho aperto il blog qualche mese fa, non pensavo minimamente di incontrare persone come voi! Forse vi sembrero' un po' presuntuosa, ma mi sento proprio la "piccola di casa" e vi ringrazio tanto per tutte le belle parole che avete sempre per me! Infine vorrei veramente dire che ogni volta che accendo il pc, oltre ai 10 blog che ho "premiato" non manco mai di visitare: Moscerino, Cavoletto, Tulip, fior di sale e fior di zucca, K kitchen, la collina di Nightfairy, le curiosità golose di Elisa, Manzotin e un tocco di zenzero..ah, poi volevo segnalare a chi non lo sapesse che da qualche giorno è entrata in "famiglia" la mitica Pinella, andate a vedere cosa sa fare!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

TAGS

dolci cioccolato buffet fingerfood eventi light torte oggi non si mangia biscotti primi piatti emozioni formaggi verdura dolci al cucchiaio me antipasti pesce piatti unici natale colazione ricotta crostate cucina internazionale panna contest estate merende shopping uvetta vegetariano carne piatti freschi glassa pane pensieri sfizi caffè lievitati limone pomodoro recensioni ricette al forno nocciole umbria zucchine agrumi cipolla formaggio mandorle pasta di zucchero ristoranti brunch confort food frutta gnocchi home made insalate merenda noci pistacchio pranzi secondi senza burro Kenwood Chef Cooking arancia basilico caramello crudo cucina regionale gelato meme pasta pinoli piselli primavera zenzero zucca autunno burro cene condimenti etsy marmellata melanzane miele mousse semifreddi trasferte Terni bicchierini carote contorni creme fritto giveaway happy hour icone idee golose da regalare meringa sfoglia siti solidarietà speck spuntini the birthday party project torte salate verza zuppe Instagram Santin Torino agrodolce bloggheanno broccoli cannella carpaccio cioccolato bianco collaborazioni conserve crema creme brulee dieta proteica fave feste finocchio fiori di zucca mandarini martedi della moda mele olio olive out topic pasqua pasta fresca piccola pasticceria ricette base risotti viaggi vini wish list Abruzzo Germania Molise cacao calcio cheesecake cupcakes fragole gratin liquore Strega maionese menta moda orrore pasta ripiena peperoni porro raccolte salse torte decorate torte per bambini yogurt Berlino Gaeta Genuino Clandestino Gli Ingredienti Segreti dell'Amore Handmade Identità Golose Juve Mercato Brado Milano Monaco di Baviera Narì bed&breakfast Narì ristorante Paste di Meliga Roma San Valentino Secondi piatti Swiss Cheese Parade Zafferano Zafferano di Cascia amref anatra baccalà bignè biscotti energetici biscotti. meme burro di arachidi burro di noccioline carne cruda castagne cavolfiore cena in bianco di torino cereali charli cheesecake fredda cheesecake senza cottura chef cime di rapa composte cucina cinese cucina orientale cucina sana dai peso al natale davide scabin dior download eataly foie gras fois gras francesco apreda gianduia gorgonzola guanciale healthy healthy food iniziative inverno jovanotti kitchenaid la granda la tramontina lasagne legumi lime luca montersino macarons mangiare a Gaeta mangiare a Torino mangiare a Vasto marco stabile mollica molluschi mozzarella di bufala musica nutella pancakes pasta brisè pasta fillo pasticceria patate patate viola pere piemonte pink pizza pollo premi quiche quiche alsacienne quiche lorraine quiche vosgienne radicchio remoulade remoulade di sedano rapa riso rosso roma food and wine festival rosa cipria rosmarino roveja salsa bernese salutiamoci sedano rapa semi di girasole semi di zucca sesamo spinaci street food tartufo the hummingbird bakery torrone torta alla nutella torta skate vapore vongole
Con un Poco di Zucchero
tutti i diritti riservati - vietata la riproduzione anche parziale